Anziano colpito da un infarto in auto a Budoni: salvato da un 33enne

Il suo intervento ha salvato la vita ad un anziano a Budoni.

Stava rientrando a casa con sua moglie, Mario Muggianu, medico massoterapista ed osteopata di 33 anni laureato in scienze motorie e barracello della compagnia di Budoni per passione, quando la donna ha notato che un uomo, dentro un auto posta di traverso in una via periferica di Budoni, stava male.

La donna ha invitato il marito a controllare cosa stesse succedendo e Muggianu si è immediatamente avvicinato alla macchina: l’uomo all’interno dell’ abitacolo, un sessantenne di nome Stefano e residente anch’egli a Budoni era riverso con il corpo sul volante della sua macchina, incosciente e con la bava alla bocca. Non respirava più. Muggianu non ha perso un attimo di tempo e fresco di brevetto blsd, ottenuto seguendo il corso promosso dalla compagnia baracellare di Budoni, ha abbassato il sedile del signor Stefano ed ha iniziato a praticargli un massaggio cardiaco.

Quindi, aiutato da alcuni uomini sopraggiunti nel frattempo, ha posto l’uomo per terra ed ha continuato con il massaggio cardiaco sino a quando non ha ripreso coscienza.

A quel punto sono giunti sul posto gli operatori del 118 di Budoni e della medica di Budoni, che con loro grande stupore hanno potuto notare non solo l’abilità medica di Muggianu, ma anche la “particolare” reazione del signor Stefano che ha mandato tutti i soccorritori a quel paese, compreso il signor Muggianu, perché non aveva alcuna intenzione a quel punto di seguire i sanitari in ambulanza.

Dopo qualche istante, l’anziano ha ceduto e salito in ambulanza, è stato trasportato all’ ospedale San Francesco di Nuoro, nel quale gli hanno immediatamente fatto una tac.

“Sarebbe utile – dice Muggianu – che almeno un componente di ogni famiglia sia a conoscenza dell’uso del defibrillatore e delle tecniche del primo soccorso, che a mio avviso dovrebbero essere insegnate dall’ATS nelle scuole agli studenti “, conclude Muggianu. Il defibrillatore a cui fa cenno Muggianu, è stato donato alla Compagnia barracellare di Budoni dal comune.

Della compagnia barracellare di Budoni fa parte anche il padre del dottor Muggianu, Franco, che attualmente ricopre il grado di tenente e ha al suo comando Adelino Ventroni, che commenta in questo modo l’eroico gesto del giovane Muggianu: “Sono orgogliosissimo di questi ragazzi. Faccio fare loro tutti i corsi che possano essere utili, in modo che siano pronti in ogni momento ad affrontare anche situazioni di emergenza come quella di oggi”, conclude.

(Visited 5.208 times, 13 visits today)
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!