Da Olbia a Tempio, i prossimi appuntamenti con le vaccinazioni in Gallura

Il calendario delle vaccinazioni.

Procede la campagna di vaccinazione anti-Covid in Gallura, che ha visto la somministrazione complessiva di oltre 50.000 dosi.

Da domani, lunedì  3 maggio, e sino a nuova comunicazione, nell’hub vaccinale di Olbia si proseguirà con la vaccinazione degli over 80 (nati sino al 1941) che non fossero ancora stati vaccinati per motivi personali o di salute, potranno comunque prenotarsi  inviando una mail a prenotazionevaccini.over80@atssardegna.it nella quale si dovranno indicare nome, cognome, recapito telefonico e comune di residenza/domicilio.

Vaccinazioni nell’hub di Olbia, il calendario dei prossimi giorni

La prenotazione potrà essere, in alternativa, effettuata tramite il portale di adesione alla campagna di vaccinazione anti-Covid della Regione Sardegna vaccinocovid.sardegnasalute.it (chi non fosse in possesso di una connessione internet o avesse difficoltà a farlo, potrà rivolgersi anche alla più vicina stazione dei carabinieri, che si sono rese disponibili a fornire il supporto necessario). Successivamente all’adesione, i cittadini saranno contattati per la prenotazione dell’appuntamento.

Si ricorda inoltre che i cittadini over 80 che, per qualsiasi motivo, non avessero ancora ricevuto la somministrazione del vaccino anti-Covid 19 possono sempre contattare il proprio medico di famiglia o recarsi direttamente presso l’hub vaccinale di Olbia, senza alcuna prenotazione.
Tra le categorie vaccinabili all’hub di Olbia, rientrano i soggetti estremamente vulnerabili e gravi disabili (secondo L. 104, Art.3-comma 3) e i loro caregiver, conviventi (reali), dotati di documentazioni che attesti il rapporto di assistenza/convivenza, provenienti da tutto il territorio gallurese. Inoltre, compatibilmente con le dosi di vaccino disponibile, si prosegue con la vaccinazione degli over 70 (nati sino al 1951), provenienti da tutti i comuni della Gallura. 

Nell’hub vaccinale del Comune di Tempio Pausania, invece, la giornata di lunedì sarà dedicata alle seconde dosi, e quella di martedì ai soggetti fragili (oltre trecento) convocati dai medici di medicina generale.

Attualmente i vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech o Moderna) sono destinati ai soggetti  estremamente vulnerabili e categorie vaccinabili con età inferiore ai 60 anni (dal 1962 fino a minimo 16 anni con Pfizer e 18 anni con Moderna), mentre i vaccini a vettore virale (Astrazeneca-Vaxzevria, Janssen J&J) sono destinati ai soggetti con età superiore ai 60 anni (sino ai 79 anni), ai fragili non estremamente vulnerabili, in sani, in care giver o conviventi di disabili.

(Visited 3.273 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!