Un altro anno sotto tono per San Simplicio a Olbia

La festa del Patrono di Olbia.

Si avvicina la festa del Patrono di Olbia San Simplicio e quest’anno i festeggiamenti saranno ancora limitati, senza le tradizionali processioni, le giostre, gli spettacoli, i fuochi e le bancarelle.

E’ il secondo anno, che una delle celebrazioni più importanti della Gallura venga festeggiata in maniera contenuta, a causa del Covid e delle misure di contenimento dei contagi. Quest’anno, infatti, in programmma ci saranno soltanto riti religiosi. Il 15 maggio, dopo la messa delle 11, presieduta dal vescovo Sebastiano Sanguinetti e dai sacerdoti della Diocesi nella basilica omonima al Santo, ci saranno i canti liturgici del Coro Lorenzo Perosi di Olbia. La processione a piedi, tipica della tradizione dei festeggiamenti della festa non ci sarà, ma al suo posto è in programma un corteo in macchina che condurrà il santo tra le vie cittadine.

Il “caddozzo” di San Simplicio arriverà a domicilio grazie ai fratelli Pinzellu.

Sarà, quindi, di nuovo una festa sotto tono ma alcuni ristoratori locali, si sono organizzati di nuovo per assicurare anche quest’anno che gli olbiesi possano mangiare il panino “caddozzo”.

Condividi l'articolo

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura