Il “caddozzo” di San Simplicio arriverà a domicilio grazie ai fratelli Pinzellu

Il panino di San Simplicio a casa.

Il coronavirus ha cancellato San Simplicio e la città di Olbia non potrà godersi la sua festa patronale. Ma il panino caddozzo tradizionale di San Simplicio si gusterà comunque. Grazie all’idea dei gemelli Mondo e Francesco “Pinzellu” il panino olbiese ci sarà. Non più assaporato tra le giostre, in mezzo ai profumi tipici della festa, ma ordinandolo a domicilio.

“Questa idea è nata da un messaggio di un olbiese deluso perché non avrebbe gustato i panini alla salsiccia – ha detto Mondo Degortes Pinzellu -. Così ci siamo dati da fare per organizzarci”. I Pinzellu hanno messo in piedi una squadra di 4 collaboratori per le consegne, che avverranno tra il 10 e il 17 di maggio. “Le ordinazioni saranno raccolte via WhatsApp e stiamo collaborando con altri arrostitori come i fratelli di SivoDeu e i Corroncia”, ha spiegato l’imprenditore.

La tradizione del panino “caddozzo”, affonda radici di oltre 40 anni nella città di Olbia e durante i festeggiamenti di San Simplicio. “La nostra attività come arrostitori – ha proseguito Mondo – risale a 13 anni fa e abbiamo tanti clienti affezionati a Olbia che vengono ogni anno da noi a mangiare i nostri panini”. Oltre al tradizionale panino con la salsiccia i fratelli Degortes Pinzellu, arrostiscono anche carne di cavallo, wurstel per i più piccoli e le patatine. “Abbiamo già le mascherine, i guanti per le consegne”, ha concluso Mondo.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura