Una rete di telecamere e una sala di controllo per Olbia. Il sindaco Nizzi: “La città sarà ancora più sicura”

La rete di telecamere di Olbia.

Il bando è pronto e l’avviso è già pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Tradotto dal linguaggio amministrativo vuol dire che si sta procedendo con la gara d’appalto.

“Prima di fine anno speriamo di aggiudicare la gara”, dice il sindaco di Olbia Settimo Nizzi ai microfoni di Radio Internazionale. Un annuncio che ha il sapore di una svolta.

Perchè all’oggetto del bando c’è l’installazione di una fitta rete di telecamere per la videosorveglianza in città. “Non solo in periferia, ma in tutte le zone – sottolinea il primo cittadino -. Questo vorrà dire avere una città ancora più sicura ed accogliente”.

Sono 512 gli occhi elettronici che verranno installati per un investimento di circa 1 milione e mezzo. Il sistema di videosorveglianza sarà monitorato da una sala operativa, che sarà allestita nei locali di un’azienda comunale.

“Non serviranno da deterrente solo contro i furti – dice Nizzi -, ma ci permetteranno di monitorare anche i lanciatori di sacchetti, individuare i camioncini pieni di immondizia, vedere dove vanno e riconoscere le auto rubate dalla targa”.

Una novità nel segno della sicurezza. “Dopo l’arresto dei ladri seriali da parte delle forze dell’ordine il numero dei furti si è ridotto in maniera importante – aggiunge il primo cittadino -.  Con queste telecamere renderemo Olbia ancora più sicura”.

Condividi l'articolo