Trovati con della cocaina in auto fuggono travolgendo gli agenti

I due giovani sono stati rintracciati.

Proseguono le attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei rioni cittadini di Cagliari.

Ieri sera un equipaggio della squadra volante, mentre percorreva Via Sanna, noto ritrovo di persone dedite allo spaccio, ha notato una Smart bianca immettersi velocemente in Via Santa Teresa di Gallura. Insospettiti dall’andatura fin troppo spedita dell’autovettura, gli operatori hanno proceduto a bloccarla e ad effettuare un controllo.

All’interno dell’autovettura c’erano due individui, identificati per Andrea Pilia, 35enne, alla guida, e Cristian Bullita, 20enne, entrambi cagliaritani residenti a Sestu. Uno dei due poliziotti ha notato che Bullita cercava di nascondere sotto il suo sedile un involucro di plastica contenente della sostanza di colore bianco risultata poi essere cocaina. Alla richiesta della polizia, Pilia ha consegnato spontaneamente altre due dosi di sostanza stupefacente opportunamente nascoste nel parasole lato guida, per un totale di quasi 1 grammo di cocaina, e la somma di 900 euro in contanti custodita nella tasca dei jeans.

I poliziotti hanno chiesto ai giovani di scendere dal mezzo, ma i due hanno repentinamente riavviato il motore dandosi alla fuga, non curandosi del fatto che uno degli agenti fosse ancora affacciato nell’abitacolo intento al controllo. Hanno così trascinato l’agente per diversi metri senza dare ascolto alle urla che li esortava a fermarsi. Nella precipitosa fuga, la Smart ha travolto anche l’altro poliziotto facendolo cadere rovinosamente a terra.

Fortunatamente, l’agente è riuscito a sganciarsi continuando a rotolare a terra, riportando delle lievi ferite al braccio sinistro ed evitando danni ben peggiori. Grazie al controllo dell’intestatario tramite la sala operativa, i due operatori sono risaliti al luogo di residenza del Pilia.

Per questo l’equipaggio una volta arrivato sul posto ha trovato la Smart parcheggiata nei pressi dell’abitazione di residenza e i due malviventi all’interno dell’abitazione stessa. In seguito ad un controllo minuzioso, i poliziotti hanno scoperto un furgone Iveco Daily di colore bianco, risultato essere provento del furto regolarmente denunciato presso i carabinieri di Torino.

Al termine degli atti di rito Pilia e Bullita sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio, lesioni, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. In stato di custodia cautelare, i due verranno presentati all’udienza direttissima che si svolgerà questa mattina.

(Visited 4.040 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!