Uber sbarca a Olbia, ma si possono chiamare soltanto i taxi: ecco come funziona

Uber e It Taxi arrivano a Olbia, Cagliari e Quartu

Roma, Milano, Napoli e Palermo, la partnership tra Uber e il consorzio It Taxi si espande anche a Olbia e nel Sud Sardegna. Nelle zone di Cagliari con Radio Taxi Rossoblu, Quartu Sant’Elena con Consorzio Taxiamico e Olbia con S.T.L Taxi. A partire da oggi i cittadini e i turisti dell’isola possono quindi prenotare una corsa con i taxi dei Radiotaxi sopra elencati direttamente dalla app Uber. Che rende disponibile in questo modo la propria app di mobilità per la prima volta nell’isola.

Gli utenti, nazionali e internazionali, di Uber che si trovano in Sardegna possono in questo modo richiedere una corsa taxi in modo semplice e veloce. Beneficiando delle caratteristiche tipiche della app. Conoscere in anticipo il nome del tassista e il modello del taxi, visualizzare sullo smartphone i tempi di attesa e il percorso. Ricevere una stima del prezzo della corsa e pagare attraverso la app. La presenza del servizio a Cagliari e a Olbia favorirà inoltre le connessioni con i principali aeroporti e porti dell’isola.

“Dopo un anno e oltre un milione di corse completate, questo accordo sta dimostrando con i fatti la sua efficacia – commenta Lorenzo Pireddu, general manager di Uber Italia -. Siamo molto soddisfatti del percorso svolto finora, una prova di quanto la collaborazione tra operatori del settore sia estremamente importante per assicurare a cittadini e turisti un servizio di mobilità ottimale. È la prima volta che Uber porta un servizio di mobilità in Sardegna: crediamo che l’intera isola possa trarre beneficio da questa nuova offerta, in vista anche della stagione turistica”.

Come funziona l’accordo Uber e It Taxi

Prima di tutto è necessario scaricare l’app Uber, da App Store o Google Play, e creare un account; per farlo è sufficiente disporre di un indirizzo e-mail e un numero di telefono. Sarà così possibile richiedere una corsa direttamente dall’app. Il primo passo per gli utenti dell’app Uber è inserire la destinazione e scegliere il prodotto Taxi, per essere abbinati a un autista della piattaforma It Taxi.

Da quel momento sarà possibile monitorare l’arrivo dell’auto sulla mappa e aspettare al punto di prelievo, appena sarà nei paraggi. Un passaggio importante, prima di salire a bordo, consiste nel verificare che i dettagli della corsa (autista, modello dell’auto e numero di targa) corrispondano alle informazioni mostrate nell’app. Una volta giunti a destinazione, il pagamento sarà semplice e avverrà direttamente attraverso la app. Infine sarà possibile valutare la corsa, per condividere il proprio parere sul servizio appena effettuato.

Condividi l'articolo