A San Teodoro il forum di Unicredit che sostiene il turismo e i prodotti locali

Le misure messe a disposizione da Unicredit.

Agroalimentare di qualità e turismo, un’opportunità per la Sardegna. La regione, con 41 tra prodotti alimentari e vini a denominazione di origine e una quota dell’export della filiera agroalimentare del 2,8%, può puntare sulla valorizzazione dei prodotti di qualità per aumentare l’attrattività turistica.

Proprio per sostenere il trend in atto nella regione, UniCredit presenta a San Teodoro, nel corso del “Forum Economie settore turismo”, “Made4Italy”, la nuova iniziativa della banca per favorire un sistema integrato turismo-agricoltura, settori-chiave per la crescita dell’economia italiana e dei suoi territori e destina un plafond di 5 miliardi di euro per le PMI italiane nel triennio 2019-2021 per promuovere progetti legati alle identità regionali tipiche del Paese e attrarre nuovi flussi turistici.

Il Forum è stato organizzato da UniCredit per valorizzare il potenziale attrattivo del territorio sardo in un’ottica di turismo sempre più legato all’enogastronomia e in grado di trainare la crescita dell’economia regionale. “UniCredit guarda con grande attenzione al turismo e all’agroalimentare come motori di sviluppo per l’economia dell’isola – ha affermato Giovanni Forestiero, Regional Manager Centro di UniCredit – e per il prossimo triennio il nostro impegno sarà volto (con Made 4 Italy) a sostenere progetti che prevedono l’integrazione tra i due settori attraverso un plafond di 5 miliardi di euro per le PMI italiane, con l’obiettivo specifico di stimolare il fare-rete sui territori al fine di valorizzarli. Un’opportunità importante anche per le aziende della Sardegna, regione che vanta un patrimonio paesaggistico la cui bellezza attrae turisti da tutto il mondo, dove si contano 18 vini Doc e 15 vini Igt e, tra i prodotti alimentari, 6 Dop e 2 Igt. Noi crediamo che proprio l’integrazione strategica tra turismo e agroalimentare possa contribuire a valorizzare ulteriormente il brand Sardegna favorendo l’attrazione di nuovi flussi turistici. Per questo già nel triennio 2016-2018 abbiamo finanziato il settore agricolo locale con 66 milioni di nuovi affidamenti e quello del turismo con oltre 53 milioni e con Made 4 Italy continueremo in questa direzione”.

Attraverso un modello dedicato, con “Made4Italy” la banca propone nello specifico una serie di azioni mirate a promuovere un’offerta congiunta tra strutture ricettive ed imprese agricole volta al potenziamento delle destinazioni turistiche, dei prodotti di eccellenza e del trend enogastronomico, con l’obiettivo di potenziare non solo l’asset turistico ma anche altri asset fondamentali delle nostre regioni, come l’arte, la cultura, la sostenibilità, il patrimonio storico e paesaggistico.

 

(Visited 496 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!