Violenza sulle donne, in Gallura arriva il reddito di libertà

Il reddito di libertà in Gallura.

Per uscire dalla violenza domestica è necessaria l’indipendenza economica. In Italia e la Gallura, però, ancora troppe donne non hanno un’occupazione. Il reddito di libertà, istituito dalla Regione, nasce proprio in questo contesto. La Regione ha assegnato le risorse stanziate con la legge istitutiva del programma individuando i cinque ambiti Plus nei quali sono localizzate le Case di Accoglienza. Possono accedere al reddito di libertà (RDL) le donne, con o senza figli minori, vittime di violenza certificata dai servizi sociali del Comune di residenza o dai servizi sociali del Comune di nuovo domicilio, che sono seguite dai Centri antiviolenza o che siano o siano state ospiti sia in una Casa di Accoglienza, sia in una struttura similare ad una casa di accoglienza, cui non sono potute accedere
per mancanza di posti disponibili.

Nel caso le risorse siano insufficienti rispetto ai fabbisogni rilevati, l’individuazione delle donne ammesse al beneficio ha luogo sulla base del livello di gravità del bisogno. L’Ufficio di Piano provvederà a redigere apposita graduatoria, attraverso l’utilizzo di una griglia di calcolo dei punteggi attribuibili ai criteri così come indicati dalla Deliberazione. Il Comune di Olbia, in qualità di Ente Gestore Plus, in raccordo con le équipe dei Centri antiviolenza o delle Case di accoglienza, acquisito il consenso delle donne, secondo il metodo della co-progettazione, predisporrà il piano personalizzato di interventi, in base ai criteri riportati nelle linee guida.

Le domande di accesso al Reddito di Libertà dovranno essere protocollate presso il Settore Servizi alla Persona, con sede al Delta Center, utilizzando esclusivamente il modello sul sito. I dati saranno preso garantendo la riservatezza delle donne che ne hanno fatto richiesta. La procedura è senza oneri per gli aventi diritto ed è pertanto cura dell’Ente acquisire i certificati relativi alla pratica o comunque garantire la copertura di eventuali costi. Le domande di accesso al RdL potranno essere redatte con la collaborazione del Centro Antiviolenza di Olbia.

(Visited 376 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!