Assicurazione auto in Sardegna, il premio medio è di 457,99 euro

Lo studio sulle polizze.

L’osservatorio Assicurazione.it ha fornito una fotografia interessante di quello che è il settore delle assicurazioni obbligatorie auto nella Regione Sardegna.

I dati sono stati raccolti analizzando le assicurazioni stipulate nelle province di Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia Tempio, Oristano e Sassari.

La RC Auto è una delle spese obbligatorie che incide maggiormente sui bilanci delle famiglie italiane, e gli assicurati sono sempre alla ricerca di nuove soluzioni che permettano di risparmiare qualche euro sul premio finale.

Secondo i dati dell’osservatorio il premio medio calcolato nel mese di giugno 2019 è stato di 457,99 euro, leggermente superiore a quello medio registrato in Italia.

Negli ultimi dodici mesi tale premio ha subito una contrazione del 4%, segno che nell’ultimo periodo la maggiore concorrenza e un calo generale delle tariffe sta portando benefici a tutti gli automobilisti italiani.

Risparmiare sul premio assicurativo è oggi molto più semplice che in passato, grazie alla forte concorrenza che regna nel settore e all’arrivo di nuove compagnie dirette, che permettono di stipulare un’assicurazione online a condizioni vantaggiose, proprio come quelle che Genertel mette a disposizione dei suoi clienti, attraverso polizze chiare, personalizzabili ed economiche, che rispondono a pieno alle moderne esigenze del guidatore.

Oltre all’obbligatoria responsabilità civile, le principali clausole accessorie che gli abitanti della Sardegna hanno scelto nel corso dell’ultimo anno sono l’assistenza stradale, con il 46%, seguita dagli infortuni al conducente con il 20%, dalla tutela legale.

Sono notevolmente basse, come percentuale di adesione, le coperture accessorie che fino a pochi anni fa erano presenti in quasi tutte le polizze, parliamo del furto e incendio, scelto solo dall’11% dei guidatori sardi, dai cristalli e dagli eventi naturali.

Dai dati emersi risulta che i guidatori sardi hanno un comportamento virtuoso, il 64% si trova nella prima classe di merito, il 5% nella seconda classe, mentre chi si trova nella quattordicesima rappresenta il 9% degli assicurati.

Le statistiche riguardanti l’età dei parchi mezzi circolanti indicano un’età media di 11,33 anni, contro i 10,10 anni della media nazionale, con un terzo dei veicoli circolanti che ha un’età compresa tra i 10 e i 15 anni, mentre i veicoli nuovi si attestano all’11,25%.

Anche per il valore medio dei veicoli, la Sardegna è sotto la media registrata a livello nazionale, con un valore di 9355 euro contro i 10581 del dato nazionale.

Tra le auto usate che circolano maggiormente nel territorio sardo, la classifica è monopolizzata dalle vetture della casa torinese Fiat, al primo posto la Panda, seguita dalla Grande Punto e dalla Seicento, mentre si piazza solo quarta la Ford Fiesta.

(Visited 139 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!