Barista 22enne suicida a La Maddalena, la Procura di Sassari apre una seconda inchiesta

La Procura di Sassari apre un fascicolo sulla presunta rapina subita dalla ragazza.

Nuova inchiesta sul caso della barista 22enne suicida a La Maddalena. La Procura di Sassari ha infatti deciso di volerci vedere chiaro sulla presunta rapina che la stessa ragazza aveva raccontato di aver subito pochi giorni prima del tragico gesto.

Secondo il racconto della 22enne di Porto Torres, infatti, alcuni sconosciuti l’avrebbero aggredita e rapinata mentre stava facendo rientro a casa, rubandole un migliaio di euro in contanti, frutto della mance raccolte al bar. Un fatto che, sempre secondo il racconto della giovane, l’avrebbe scossa al punto da chiedere ad un’amica di La Maddalena di ospitarla. Proprio nell’abitazione poi teatro del suicidio, solo qualche giorno dopo.

L’autopsia sul corpo della barista avrebbe riscontrato segni di percosse oltre ad alcune escoriazioni, che potrebbero essere collegate proprio alla rapina e all’aggressione subita. Resta da stabilire che rapporto ci possa essere tra la rapina, se accertata, e il video hard con la quale la ragazza sarebbe stata ricattata, video sul quale la Procura di Tempio sta indagando per istigazione al suicidio. Nel frattempo oggi pomeriggio, in attesa di ulteriori sviluppi delle indagini, a Porto Torres ci saranno i funerali della ragazza.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura