L’azienda dei rifiuti di La Maddalena chiede la collaborazione dei cittadini e si accende il dibattito

La richiesta lanciata dalla società La Maddalena Ambiente.

Alcuni giorni fa, la società “in house” della nettezza urbana “La Maddalena Ambiente”, ha lanciato una richiesta di collaborazione all’intera popolazione isolana, invocando il senso civico e l’amore per il proprio paese.

Il fine della richiesta riguarda il lavaggio dei bidoni commerciali, condominiali e bidoncini della raccolta differenziata per abbattere l’emissione maleodorante dei rifiuti dovute alle alte temperature estive.

“Con la presente – scrive l’azienda – chiediamo a tutti uno sforzo ulteriore, che per molti è già abitudine consolidata, per migliorare il decoro delle nostre strade, assicurando un buon livello di pulizia dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti attraverso l’azione combinata di acqua e detergenti”.

Non sono tardate ad arrivare le reazioni da parte dei cittadini isolani. Infatti, la richiesta di collaborazione ha scatenato polemiche e dibattiti di ogni genere: dall’efficienza del servizio offerto dalla società in house per quanto riguarda la regolarità del ritiro dei vari rifiuti, fino alle polemiche sul chi dovrebbe realmente pulire e ripristinare i bidoni del conferimento. Però, non solo polemiche e critiche: sono arrivate anche reazioni positive e consigli utili per migliorare il servizio e il decoro urbano in generale: dalle sanzioni all’incremento dei cestini dei rifiuti.

Sulla questione è intervenuto anche l’assessore all’Igiene Urbana Gianluca Cataldi, affermando che “ritengo che molti maddalenini si sforzino non solo nella collaborazione, ma siano parte attiva nella cura e pulizia del paese. Purtroppo, però, a fronte degli sforzi di molti, ci sono ancora troppi menefreghisti, che ne vanificano gli sforzi. Chi pensa di dover delegare sempre gli altri nella risoluzione anche di piccole problematiche e chi, invece, scientemente o per ignoranza deturpa il territorio, abbandonando i propri rifiuti”.

“Mai come quest’anno abbiamo recuperato tanti rifiuti abbandonati nel periodo invernale – prosegue l’assessore –. Dovremmo prendere ad esempio i paesi vicini, come ad esempio Luogosanto, dove i cittadini continuano a curare la strada difronte casa, anche solo raccogliendo le cartacce portate dal vento. Da noi questo avveniva molti anni addietro, oggi è una eccezione, purtroppo. Spero e confido in una maggiore collaborazione, perché la pulizia e l’ordine possono realizzarsi solo con la partecipazione di tutti. Dobbiamo percepire La Maddalena come casa di tutti”.

(Visited 767 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!