Nuove ostetriche e quattro oss in arrivo all’ospedale di La Maddalena

Nuovo personale per l’ospedale di La Maddalena.

Attenzione nei confronti della famiglia, della maternità e della salute della popolazione per le malattie tempo-correlate: si è basato su questi cardini il confronto costruttivo tra la direzione della Assl di Olbia e l’amministrazione comunale di La Maddalena che, nel corso di più video conferenze svoltesi negli scorsi giorni, hanno analizzato alcuni importanti progetti che a breve interesseranno l’ospedale “Paolo Merlo”.

La Direzione della Assl Olbia, di concerto con il personale dell’Unità operativa di Pediatria dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Olbia, su richiesta dell’amministrazione comunale, sta portando avanti il “Progetto tele consulto Pediatrico”, dedicato ai bambini e alle famiglie dell’Isola che, in questa maniera, una volta giunte al Pronto soccorso maddalenino potranno sempre contare sulla consulenza pediatrica in streaming di uno specialista, qualora lo stesso non fosse presente nel presidio.

Nell’arco di questo mese è previsto per il “Paolo Merlo” l’arrivo di due ostetriche, una che potenzierà il servizio e l’altra che andrà a sostituire una in scadenza di contratto (attualmente sono tre in servizio), e che consentirà alla Assl Olbia di andare a potenziare la presa in carico multidisciplinare delle donne partorienti di La Maddalena in quel percorso di conoscenza e scoperta della maternità seguito dai professionisti dell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Olbia.

Entro il mese di dicembre è inoltre previsto, come più volte richiesto dall’amministrazione comunale, l’arrivo di quattro Oss, destinate ai reparti di Medicina e Pronto Soccorso. La Direzione della Assl di Olbia ha inoltre avviato un progetto che porterà, a breve, l’attivazione di un sistema di telemedicina per le specialità di Cardiologia  e Neurologia.

“In più occasioni ho ribadito che il personale medico ed infermieristico sta dimostrando capacità e disponibilità che vanno oltre il dettato deontologico ma, soprattutto in questa fase emergenziale, è basilare che siano messi nelle condizioni di occuparsi delle attività essenziali. Per tali ragioni ho caldeggiato formalmente il più urgente interessamento volto a coprire i posti per il ruolo di Oss ed il potenziamento dell’ostetricia. Non posso esimermi dal ringraziare, per il costante lavoro svolto della Direzione Assl che, dopo aver migliorato il servizio Usca, accoglie questa nuova istanza dell’amministrazione. Un ringraziamento va anche all’assessorato regionale alla Sanità che ha seguito da vicino la problematica a livello regionale”, dichiara il sindaco di La Maddalena, Fabio Lai.

(Visited 648 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!