Fondi scippati per il recupero dell’ex Arsenale: “Subito un tavolo a La Maddalena”

La richiesta del sindacato Cgil al sindaco Montella.

“Chiediamo un incontro al sindaco de La Maddalena, Luca Montella, aperto alla partecipazione di tutte le forze sociali e produttive dell’isola per definire un percorso unitario di rivendicazione e di attenzione sul Porto Arsenale. Dobbiamo e possiamo difendere i tre provvedimenti con cui i precedenti Governi hanno avviato il percorso di riconversione economica e sociale de La Maddalena, di vitale importanza dopo i pessimi segnali arrivati dal Governo”.

A parlare così sono il segretario generale CGIL Gallura, Luisa Di Lorenzo, e il coordinatore della CGIL per La Maddalena, Lorenzo Porcheddu. Secondo il sindacato “prima di tutto dobbiamo sventare la riduzione dei fondi per il rilancio dell’ex Arsenale, 15 milioni in meno sui 50 complessivi, a opera dell’attuale esecutivo guidato dal presidente Giuseppe Conte”.

“Sono risorse fondamentali – aggiungono – per ridare corpo all’idea di un diverso futuro per La Maddalena e importanti dal punto di vista politico perché sono contenute all’interno del Patto per la Sardegna, siglato dalla Regione Sardegna e dal Governo Renzi anche come compensazione per il trasferimento del G8 del 2009 dalla Maddalena all’Aquila”.

Che siano fondi strategici lo ha confermato anche il presidente della Regione, Christian Solinas, sia quando ha dichiarato che “lo Stato ce li deve”, sia quando ha evidenziato la necessità di attivare immediatamente un tavolo istituzionale tra Governo, Regione e Comune di La Maddalena per definire e dare corso ai progetti per far ripartire l’economia della città anche con la nomina del commissario straordinario.

“Dare seguito, quindi, al Protocollo d’Intesa siglato il 7 dicembre 2018 dal Comune di La Maddalena e dalla Regione Sardegna in cui è stato sancito che la bonifica e la rigenerazione dell’ex Arsenale militare è di interesse nazionale – proseguono Di Lorenzo e Porcheddu –  e dare concretezza all’atto con cui il 4 febbraio 2019 la Regione Sardegna è stata individuata quale soggetto attuatore per la bonifica ambientale e rigenerazione dell’ex Arsenale militare dallo stesso premier Conte”.

La richiesta è d’obbligo: “Chiediamo che il Comune di La Maddalena, insieme alle forze sociali e produttive, chieda il rispetto degli atti. Siamo pronti a pianificare e sostenere ogni battaglia in questa direzione”.

(Visited 265 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!