Artisti sardi e internazionali a Olbia per il Porto Rotondo Festival

il programma per l’estate 2020.

Il Porto Rotondo Festival dell’estate 2020 continua la sua strada per valorizzare le bellezze di questo gioiello del turismo internazionale. Ambizioso progetto dei sostenitori e organizzatori – il Consorzio di Porto Rotondo presieduto da Leonardo Salvemini e la Fondazione Portorotondo, presieduta dal Conte Luigi Donà dalle Rose – con il prezioso contributo della Regione Sardegna e il patrocinio del Comune di Olbia, per dare un importante segnale durante la grave pandemia.

La rassegna partirà il 13 luglio e andrà avanti fino al mese di settembre. Le restrizioni dovute al coronavirus hanno costretto gli organizzatori ad una formula nuova che privilegerà come location la suggestiva Chiesa di San Lorenzo. Saranno ospitate 15 produzioni originali proposte da otto diverse formazioni cameristiche con la partecipazione di artisti sardi e internazionali molto noti sulla scena musicale italiana ed europea come il flautista Giuseppe Nova, il violinista Davide Alogna, il virtuoso isolano Moses e la voce straordinaria della cantante bolotanese Maria Giovanna Cherchi.

Primi due appuntamenti il 13 e 14 luglio con il duo Katalis che vedrà protagonista il flautista catalano tra i più acclamati in Spagna Anton Serra Pujadas il quale proporrà due produzioni appositamente studiate per il festival che spazieranno dalla musica barocca al repertorio del ‘900. A seguire, 20 e 21 luglio, spazio al jazz con una voce di primo piano del panorama nazionale, ospite dei più importanti festival in Italia e all’estero, Alessia Martegiani che sarà protagonista, con il chitarrista Maurizio Di Fulvio, di due programmi dedicati al latin jazz e ai grandi classici a cavallo tra Stati Uniti ed Europa.

Il Duo Rossini, capitanato dal virtuoso Simone Onnis, primo sardo ad esibirsi alla Carnegie Recital Hall di New York, farà risuonare il 27 e 28 luglio le melodie operistiche rossiniane per due chitarre intervallate da rielaborazioni tratte da Vivaldi e Bach, con l’incursione di alcuni cavalli di battaglia del repertorio chitarristico sudamericano.

Agosto si apre il 3 e 4 con il genio di Moses, il funambolo dell’armonica a bocca vincitore di Italia’s Got Talent e oggi artista dalla personalità poliedrica apprezzata in tutto il globo. Le sue improvvisazioni, le creazioni originali ed il suo estro interpretativo ne fanno uno dei musicisti più interessanti a livello mondiale in tournée sorprendenti che lasciano il pubblico stupito ed emozionato.

Il 10 e l’11 agosto, il violinista Davide Alogna, tra i più autorevoli interpreti della nuova generazione, sarà protagonista con il duo Lualò di due imperdibili recital dedicati all’estro violinistico paganiniano e ad alcuni capolavori del repertorio rielaborati per il duo violino e chitarra.

La voce di Maria Giovanna Cherchi, portabandiera del canto sardo in tutto il mondo, sarà protagonista il 17 e 18 agosto di due proposte musicali molto accattivanti: nella prima eseguirà i suoi ultimi lavori contenuti nel nuovo disco mentre la seconda serata sarà incentrata sul repertorio tradizionale con alcuni dei suoi successi di inizio carriera.

Non poteva mancare la fisarmonica che ogni anno ha uno spazio fisso nel programma del Festival: quest’anno il virtuoso e compositore Franco Corda sarà al centro della scena per proporre, il 24 e 25 agosto, un primo recital sulla musica argentina, nel secondo concerto il pubblico potrà gustare un viaggio intorno al mondo per chiudere con alcuni capolavori rivisitati dallo stesso interprete in una chiave di lettura di stampo moderno e improvvisativo.

La chiusura del festival come sempre a settembre, vedrà protagonista il primo giorno del mese uno dei massimi flautisti italiani, Giuseppe Nova, che con il suo prezioso strumento farà ascoltare agli appassionati un repertorio di grandi capolavori per flauto e chitarra tra romanticismo e tango argentino a capo del Duo Novarte.

Una kermesse anche quest’anno densa di ospiti d’eccezione, arricchita collateralmente da 10 proiezioni cinematografiche che si svolgeranno nel teatro Mario Ceroli organizzate da Cinema Teatro Olbia. Il Consorzio di Porto Rotondo, inoltre, sosterrà e ospiterà nel proprio calendario una serata del Time in Jazz il 9 di agosto, quattro serate teatrali organizzate dalla Cedac e riproporrà l’attesa e affermata manifestazione sociale Vita da aMare.

Le serate nella chiesa di San Lorenzo, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, saranno gestite previa prenotazione telefonando al numero 0789/34114 e-mail info@fondazioneportorotondo.net.

(Visited 725 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!