L’attenzione sui migranti in un evento a Olbia

Appuntamento per sabato 12 ottobre.

L’Associazione di volontariato Acos terrà ad Olbia il giorno sabato 12 ottobre dalle ore 16, presso la Sala Expo di Via Porto Romano, un evento di sensibilizzazione dal titolo: “Migranti o soggetti vulnerabili? Aspetti legali, operativi e sanitari nell’accoglienza di donne e minori vittime di tratta”.

Interverranno in qualità di relatrici le socie dell’associazione:

Sabrina Mura, avvocata: “La tratta di persone, azioni di contrasto alla prostituzione schiavizzata”; Giustina Casu, Esperto linguistico: “Costruire una rete per offrire supporto a donne e minori vittime di tratta costrette a prostituirsi”;

Pina Zara, Medico Ginecologo, Azienda Ospedaliera Universitaria Sassari: “Informazione e prevenzione sanitaria delle donne e minori vittime di tratta per prostituzione”.

Interverrà inoltre Francesca Ena, Pediatra, Distretto Sanitario di Olbia, Funzione Medicina Migranti  e Associazione LABINT, Olbia con una relazione dal titolo: “L’esperienza locale”.

L’evento è patrocinato dall’Assessorato i Servizi sociali del Comune di Olbia, con la presenza dell’Assessore Simonetta Lai che porterà i Saluti iniziali.

La finalità dell’incontro è quella di illustrare gli aspetti legislativi che riguardano le donne e minori vittime di tratta, dal punto di vista nazionale e internazionale, con particolare attenzione per il concetto di “vulnerabilità”. Verranno poi illustrati i dati aggiornati sulla presenza delle donne costrette a prostituirsi nella città di Sassari, ma soprattutto verranno descritti i tipi di interventi possibili nell’ambito dell’accoglienza, dell’informazione sui diritti e la consulenza legale, ma in particolare sulle attività di prevenzione mirate alla tutela della salute. L’evento fa parte di una serie di attività svolte attualmente  dall’associazione Acos con il supporto dell’Unità di progetto ”Ufficio di Coordinamento regionale per l’accoglienza migranti” della Regione Sardegna.

Istituita nel 2008 come Associazione di Volontariato, Acos ha sede a Sassari e svolge attività di informazione, sostegno e orientamento finalizzate alla lotta al traffico e tratta di esseri umani, in particolare riguardante donne, minori e transgender, coinvolte nella prostituzione di strada. Le volontarie dell’Associazione si occupano di attività di contatto e informazione dirette alle prostitute straniere, mediante l’attività dell’Unità di Strada che opera nella zona urbana di Sassari. Oltre all’attività immediata di contatto e informazione, finalizzata a informare le beneficiarie sui diritti in materia di salute, le volontarie dell’associazione instaurano con le donne contattate una relazione d’aiuto mirata innanzitutto all’accompagnamento nelle procedure per l’ottenimento del permesso di soggiorno e anche accompagnamenti presso i servizi sanitari e sociali del territorio, orientamento lavorativo, corsi di Lingua italiana e altre opportunità di formazione e inclusione sociale.

L’evento, che è gratuito e senza iscrizione, è aperto alla cittadinanza, enti del privato sociale, studenti e soggetti istituzionali.

(Visited 168 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!