Gli alunni di Olbia alla scoperta dell’olio d’oliva

Un viaggio dalla pianta al prodotto finito.

L’associazione Sas Janas ha concluso un nuovo progetto didattico intitolato “Dall’ulivo all’olio”, con il patrocinio dell’assessorato comunale alla Cultura guidato da Sabrina Serra. I protagonisti sono stati gli alunni delle classi quarte A, B e C della scuola primaria dell’istituto comprensivo di via Vicenza.

Attraverso lezioni in classe, visite guidate e degustazioni, i bambini hanno avuto la possibilità di conoscere da vicino una delle più antiche tradizioni del bacino del Mediterraneo. Il progetto, che aveva preso il via nel mese di ottobre, ha infatti avuto come obiettivo quello di educare i piccoli studenti alla cultura dell’olio d’oliva, approfondendo naturalmente gli aspetti salutistici di questo importante prodotto. Il percorso, curato nei dettagli dall’associazione Sas Janas, era cominciato con una lezione in classe incentrata sulla pianta dell’ulivo.

Poi tappa in un oliveto, con tanto di raccolta manuale e lezione sulle tecniche di raccolta attraverso i macchinari, e conseguente visita guidata all’Oleificio cooperativo Gallura di Berchidda. Qui i bambini, accompagnati dal presidente dell’oleificio Angelo Crasta, hanno potuto studiare le diverse tecniche di lavorazione e di estrazione dell’olio. Il progetto di Sas Janas, al quale hanno partecipato attivamente gli operatori dell’associazione Claudia Pirina e Antonello Mariotti, è proseguito in classe con la degustazione guidata di vari campioni di olio extravergine, sempre con il supporto di Angelo Crasta. Inoltre, grazie anche alla partecipazione delle mamme e delle nonne, gli alunni si sono cimentati nel confezionamento delle olive in salamoia secondo le tradizioni locali.

Infine, i bambini della scuola primaria dell’istituto comprensivo di via Vicenza, guidato dalla dirigente Elisa Mantovani, hanno raccontato la loro originale esperienza attraverso disegni, testi, foto e altri elaborati. Insomma, un percorso completo e articolato pensato anche per promuovere un atteggiamento alimentare responsabile e sostenibile e per far maturare nei bambini l’amore e la passione per il territorio di appartenenza, a cominciare dalle sue antiche tradizioni gastronomiche. Al progetto hanno collaborato le insegnanti Maria Demurtas, Sara Deriu, Anna Rita Mannoni e Antonella Buccellato, che hanno seguito i bambini in tutte le fasi del percorso didattico insieme agli operatori di Sas Janas. Al progetto hanno collaborato le insegnanti Maria Demurtas, Sara Deriu, Anna Rita Mannoni e Antonella Buccellato, che hanno seguito i bambini in tutte le fasi del percorso didattico insieme agli operatori di Sas Janas.

(Visited 673 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!