La presidente della Lida di Olbia lancia l’allarme: “Bisogna fermare questa crudeltà”

Cosetta Prontu racconta la storia di Angelino.

“In vent’anni di volontariato ne abbiamo viste di cose e quanti pugni allo stomaco da metabolizzare, ma la storia di Angiolino è una di quelle che lascia il segno” così scrive la Lida di Olbia su Facebook. Abbiamo raggiunto Cosetta Prontu, presidente della Lida Olbia, telefonicamente.

La presidente, molto commossa, racconta in lacrime il dolore che provano loro tutti nel trovare cani o gatti abbandonati a se stessi. Ma la storia di Angelino li ha toccati da vicino. “Come si può lasciare un cane legato per giorni con questo caldo e mangiato dalle larve? Ci saranno tanti Angiolini, è una cosa vergognosa”– poi Cosetta si ferma, presa dall’emozione- “Dove arriverà la crudeltà dell’uomo?. Mai vista una cosa simile”.

LEGGI ANCHE LA TRISTE STORIA DI ANGIOLINO

(Visited 1.044 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!