Federbalneari attacca il sindaco Nizzi sulle concessioni: “Va contro la legge”

settimo nizzi

Federbalneari Sardegna sulle concessioni balneari.

Forza Italia rallenta la collaborazione tra gli operatori balneari e la Regione Sardegna. Questo è quanto denuncia Federbalneari Sardegna a seguito del costante rinvio della seconda audizione in IV Commissione Regionale “Territorio, ambiente, infrastrutture, mobilità” richiesta dalla Federazione.

“Abbiamo formalizzato le tematiche principali da affrontare con la Regione e identificati i nostri obiettivi e siamo in attesa della convocazione del secondo incontro che, purtroppo, continua ad essere rimandato a data da destinarsi – afferma il presidente di Federbalneari Sardegna Mario Isoni – perché, come abbiamo potuto verificare, ci sono forze politiche di maggioranza in Regione, Forza Italia in particolare, che si oppongono alle Audizione tecniche e al rilascio dei titoli come prevede la Legge Nazionale 145/2018”.

Concessioni balneari, i casi di Loiri e Olbia a confronto in Regione

Il percorso di collaborazione avviato da Federbalneari riguarda le seguenti proposte tecniche e fondamentali: la creazione di un tavolo tecnico per la realizzazione delle nuove linee guida regionali, utili a normare i piani dei litorali degli enti locali, fornire più servizi ai turisti, fermare i rischi di abusivismo, l’emissione della apposita circolare regionale per l’attuazione della legge 145/2018 da far pervenire ai comuni sardi per procedere al rilascio del provvedimento di estensione della durata delle concessioni demaniali con scadenza al 2033

“In questo momento la nostra priorità assoluta, che ci spinge a chiedere chiarezza, è il rilascio degli atti di ampliamento della durata delle concessioni al 2033. L’ostruzionismo di Forza Italia in Regione ci stupisce  – dichiara il segretario regionale di Federbalneari Claudio Maurelli –. Per questo chiediamo con decisione di isolare queste posizioni, come già sta avvenendo nella maggioranza della Regione Sardegna e nel partito di Forza Italia, ad eccezione del sindaco di Olbia Settimo Nizzi che continua ancora oggi ad osteggiare il comparto balneare addirittura realizzando nuove concessioni, andando contro il comma 681 della legge 145/2018. Considerato che anche l’opposizione regionale sostiene i Balneari sardi, ci appelliamo al buon senso di Forza Italia. che sapranno certamente fare la cosa giusta per sbloccare questa empasse”.

(Visited 1.556 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!