Olbia, per il ponte pasquale hotel pieni a metà

Il boom di prenotazioni, di cui si era anticipato, per Pasqua e Pasquetta è rinviato all’estate. Gli hotel della città non faranno il pienone per questo weekend di Pasqua. L’occupazione tra piccoli, medi e grandi alberghi oscilla tra il 50 e il 60 per cento. Un dato è certo arei e navi porteranno migliaia di persone.

Questo fine settimana, sbarcheranno e atterreranno tante persone. Secondo alcuni dati, al Costa Smeralda transiteranno circa 31mila passeggeri. 19mila in più della Pasqua 2016. Attesi, invece, all’Isola Bianca 15 mila passeggeri dalle navi di linea. Tra oggi e lunedì al porto attraccheranno anche due navi da crociera con quasi 3mila persone a bordo.

Le previsioni sull’accoglienza registravano numeri piu alti di quelli reali. E invece gli hotel, in città, non supereranno la soglia del 60 per cento. Grande stupore di Fabio Fiori, presidente dell’Associazione albergatori Olbia che commenta le ultime statistiche. Gli albergatori si aspettavano di più, sia per il calendario favorevole della Pasquetta, sia perché il numero di persone attese era nettamente superiore. In base alle previsioni alcune piccole e medie strutture hanno scommesso con la riapertura anticipata.

Nessun festeggiamento allora. Almeno non per il momento. Fiori continua ad avere una visione positiva. Il presidente afferma che non è il caso di abbandonarci a falsi trionfalismi. Per ora i numeri sono questi, ma con tutta probabilità sarà una buona se non ottima stagione. Oggi si fanno i conti con le prenotazioni che abbiamo e le cifre parlano chiaro. Fiori non nasconde che tutti gli operatori del settore si aspettassero qualcosa di più, ma bisogna guardare avanti.

Secondo le dichiarazioni di Fiori, dietro il tiepido assalto degli hotel ci sono ragioni diverse. Il presidente spiega che anche se si registra una ripresa dei viaggi degli italiani, da anni il numero delle persone che varcano il Tirreno per Pasqua e Pasquetta è calato. Ci sono destinazioni meravigliose anche nella penisola come il Salento, l’ideale per una vacanza breve.

La scelta delle destinazioni non è legata alle tariffe degli hotel. Fiori spiega che a Olbia i costi degli alberghi sono molto buoni e vantaggiosi per il periodo e per il servizio offerto. Molte persone optano per L’Egitto e la Tunisia. Nonostante l’allarme attentati, ormai europeo, molti vacanzieri riprendono a viaggiare verso il nord Africa.

Anche la Geasar ha un ruolo fondamentale nella scelta della Sardegna grazie all’offerta dei voli all’estero. Fiori ribadisce che, nonostante la presenza di numerosi voli diretti, i mercati nel nord Africa offrono soggiorni di lusso a prezzi convenienti. Silvio Pippobello, amministratore delegato di Geasar, commenta con grande soddisfazione dell’avvio della stagione dell’Aeroporto Costa Smeralda nella quale si registrano 249 voli. Con questi numeri la stagione si preannuncia, molto positiva e in ulteriore crescita rispetto al 2016.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura