Con Visit Olbia il tour tra i monumenti locali diventa virtuale

Il progetto portato avanti dal liceo scientifico Mossa.

Il nome è emblematico: Visit Olbia, una città da scoprire. Si tratta di una nuova piattaforma informatica pensata per promuovere le bellezze della città. Una specie di guida turistica virtuale, in grado di orientare i visitatori verso tutto ciò che c’è da fare e da vedere a Olbia.

L’idea, com’era stata anticipata nei mesi scorsi, arriva dal liceo scientifico Mossa. Si tratta di una piattaforma a realtà aumentata, che attraverso il riconoscimento ottico di immagini e procedure di geo-localizzazione su base gps, permette all’utilizzatore di ottenere informazioni su quello che vede.

In pratica, si scarica l’applicazione, s’inquadra con la fotocamera del proprio cellulare il codice posizionato in prossimità del sito archeologico e si accede ad una serie di spiegazioni testuali ed audio-visive sul luogo.

Un lavoro articolato quello pensato dal liceo Mossa, del valore di 50mila euro, e sostenuto dal Comune di Olbia, che ha chiesto anche la partecipazione della Fondazione Sardegna, nell’ambito del bando per il 2020 previsto per gli interventi nel settore dei beni culturali.

L’integrazione dell’esperienza visiva con quella digitale, infatti, renderà fruibili le bellezze culturali locali. Il progetto è strutturato in 5 lingue, italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo, e prevede, nei punti di maggiore afflusso turistico, la predisposizione di display informativi sul tour virtuale e sulle modalità di accesso alla piattaforma multimediale. Analoghi display verranno posizionati in prossimità dei monumenti oggetto del percorso turistico per permettere la visualizzazione dei contenuti digitali.

(Visited 190 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!