A Olbia il Regional Open di bocce, fondamentale per le Olimpiadi di Tokyo

Tutto pronto per le gare.

Con la conferenza stampa di apertura e una coloratissima cerimonia inaugurale si è alzato il sipario sull’edizione 2019 del BISFed Boccia Regional Open, competizione internazionale di boccia paralimpica che rappresenta uno snodo chiave per gli atleti a caccia di una qualificazione per le prossime Paralimpiadi di Tokyo.

Per il secondo anno consecutivo la BISFed ha dunque scelto la Sardegna, e il GeoVillage di Olbia in particolare, per l’organizzazione di evento di spicco nel panorama internazionale: “A nome della BISFed desidero ringraziare le istituzioni di Olbia per la collaborazione e la sensibilità mostrati – ha evidenziato Marta Macarenhas, rappresentante BISFed – dopo il successo della scorsa edizione è stato naturale tornare in Sardegna. Questa manifestazione è ormai diventata una realtà di rilievo grazie all’impegno del presidente della Federazione Italiana Bocce Marco Giunio De Sanctis e del presidente del comitato organizzatore Dario Della Gatta. Il Regional Open di Olbia sarà determinante verso le Olimpiadi di Tokyo, e sono certa che gli atleti daranno vita a una competizione entusiasmante”.

Il presidente del Comitato Paralimpico Italiano Sandrino Porru ha speso parole di grande elogio non solo per l’organizzazione, ma anche per la disciplina della boccia paralimpica: “Questo sport rappresenta un’eccellenza che tutti possono praticare – ha dichiarato – e incarna alla perfezione lo spirito del paralimpismo. Ci auguriamo che l’Open di Olbia possa spianare la strada a qualche azzurro verso le paralimpiadi di Tokyo”.

Il BISFed Boccia Regional Open porterà ancora una volta il nome di Olbia in giro per il mondo, permettendo inoltre di destagionalizzare l’indotto turistico. Tema, questo, particolarmente caro all’Assessore del comune gallurese Silvana Pinducciu: “Siamo lieti di ospitare per il secondo anno consecutivo una manifestazione di questo calibro nel nostro Comune – ha detto – a nome di tutta l’amministrazione porgo un grande in bocca al lupo a tutti gli atleti, certa che daranno vita a delle giornate di sana competizione”.

L’imponente macchina organizzativa del Regional Open olbiese fa capo all’Italyboccia del presidente Dario Della Gatta: “E’ la seconda volta che organizziamo questo evento in Sardegna – ha esordito – ma sono certo che negli anni a venire ci saranno tante altre edizioni. Ringrazio il presidente Fib De Sanctis e tutte le autorità che hanno favorito l’organizzazione dell’evento “.

“Due anni fa, quando ho stilato il mio programma elettorale ho manifestato fin da subito l’intenzione di valorizzare la boccia paralimpica – ha detto invece il presidente Fib Marco Giunio De Sanctis – credo che il gioco della boccia abbia un grande potenziale, perché permette a tutti di esprimersi con eguali possibilità. In questo sport il disabile può davvero battere il normodotato, come la donna l’uomo. Desidero rivolgere un grande ringraziamento all’amministrazione territoriale, al Comune di Olbia, Sardegna in testa. La Sardegna è molto avanti in tema di cultura sportiva, e di sport paralimpico in particolare. E per questo motivo ritengo che il torneo internazionale di Olbia debba rappresentare una tappa permanente, incrementando il suo prestigio fino all’organizzazione vera e propria di un campionato sportivo di boccia paralimpica”.

(Visited 106 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!