Doccia fredda ad Arzachena, il presidente Fiorini lascia: iscrizione dei verdi a rischio

Arboleda, Arzachena Calcio

La decisione del presidente dell’Arzachena Fiorini.

“Dopo cinque anni alla guida dell’Arzachena Calcio il mio percorso si deve interrompere. In questi due anni abbiamo fatto grandi sacrifici, aiutati come sempre dai soliti (pochi) sostenitori che sono al nostro fianco ormai da tanto tempo. È doveroso però ringraziarli perché senza il loro aiuto non ce l’avremmo mai fatta. Assieme a loro abbiamo iniziato un percorso di crescita che ha visto miglioramenti sotto tutti i punti di vista, condividendo dal principio l’importanza, per una piccola comunità come quella di Arzachena, di partecipare a un campionato professionistico del calcio italiano”. Inzia così la lettera del presidente Menio Fiorini in cui annuncia le sue dimissioni dalla guida del club dei verdi.

“Ho dato anima e corpo per l’Arzachena Calcio e per Arzachena, comunità che mi ha accolto come un figlio e che mi ha fatto crescere personalmente e professionalmente – prosegue Fiorini -. Mi sono illuso pensando che con il salto di categoria sarebbe cambiato qualcosa, che ci fosse stato un interesse maggiore, ma così non è stato”.

Il presidente è caustico: “Purtroppo non ci sono più le condizioni per andare avanti. Le regole sono giustamente cambiate ed è meglio che sia così. Il calcio è lo sport più bello del mondo e quindi va fatto nel modo più serio possibile. E siccome va fatto seriamente, noi dobbiamo essere sinceri e dire che da soli non riusciremmo a programmare e seriamente tutta la prossima stagione”.

L’appello che Fiorini rivolge è chiaro: “Ci rivolgiamo a chiunque abbia a cuore le sorti della nostra Arzachena. Siamo disponibili a qualsiasi ragionamento”. Ma, purtroppo, i tempi sono molto stretti. Il termine è quello del 24 giugno. Altrimenti l’Arzachena rischia di non iscriversi al prossimo campionato.

(Visited 1.079 times, 2 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!