Da Tempio all’Olimpo della cucina, lo chef Sini s’impone in Germania

Il giovane chef di Tempio che ha conquistato la Germania.

E’ di Tempio Matteo Sini, il giovane chef che sta conquistando la Germania con i suoi piatti, lasciando a malincuore la sua terra per conoscere l’amore della sua vita: la cucina.

E’ il ristorante italiano Essenza di Berlino ad aver dato opportunità al venticinquenne di crescere e di mettere a frutto gli anni dedicati allo studio di gastronomia. “Ho lavorato anche in Sardegna e a Londra per due anni. In Sardegna lavoravo solo stagionalmente – ha detto Matteo –  come lavapiatti. I due anni a Londra mi hanno aiutato a crescere come uomo, poi tornato in Sardegna ho fatto l’aiuto cuoco a San Teodoro durante l’estate ma, sono dovuto partire in Germania quando ho realizzato che qui non sarei cresciuto”.

L’esplosione del talento del giovane chef gallurese è avvenuta, infatti, con la partenza in Germania. “Sono qui da 4 anni, dove ho conosciuto uno chef siciliano sposato con un’ogliastrina. Qui sono presenti un sacco di prodotti sardi – ha detto Sini -. Da Essenza mi hanno dato l’opportunità che non avevo in Sardegna: mettere a frutto la mia passione, le mie conoscenze. Così da commis di sala sono diventato chef di partita. Due anni fa il mio chef mi consigliò di partecipare al concorso San Pellegrino”.

E così fu. L’anno scorso, infatti, Matteo Sini con il suo culurgiones è stato selezionato dall’Alma, la migliore scuola di cucina sponsorizzata da San Pellegrino. “E’ nato per caso da una mia idea. Ho creato un tradizionale culurgiones avvolto da un altro più grande – ha detto lo chef tempiese – con un ripieno di polpo, carote e cipolla. Il tutto sfumato con Cannonau. Grazie a questo piatto, accompagnato da una mia biografia, sono stato selezionato dall’Alma per partecipare al concorso San Pellegrino, piazzandomi quarto”.

Un’altra soddisfazione è arrivata qualche mese fa con la partecipazione ad una trasmissione tedesca, dove Matteo ha presentato un un piatto natalizio, con una ricetta dal respiro internazionale: “Un piatto che unisce tutte le componenti del bosco – ha detto Sini – a base di cervo con crema di cassis, castagne e mandorle”.

Grazie a questa partecipazione ha ricevuto parecchie proposte di lavoro. “Ma io resto a lavorare da Essenza. Mi trovo benissimo e ho la possibilità di cucinare anche per i vip e le stelle del cinema, come George Clooney, che apprezzano la mia cucina. Il ristorante dove lavoro è uno dei più rinomati a Berlino. I tedeschi vengono qui a mangiare anche piatti galluresi. Apprezzano molto la zuppa gallurese”.

Attraverso la sua esperienza all’estero, lo chef gallurese si sente di raccomandare ai suoi conterranei di provare a fare un’esperienza fuori. “La Sardegna è un paradiso terreste e mi manca tanto, soprattuto la mia Gallura. Ma mi sento pure di dire che la Germania mi ha dato tantissime opportunità, quelle che nella mia terra natale non ho trovato perché si lavora stagionalmente e hai meno possibilità. Qua non esiste tempo”.

(Visited 6.670 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!