Via libera alla vendita del Rinaggiu a Tempio, vale 2 milioni e mezzo di euro

La decisione del consiglio comunale a Tempio.

L’argomento Rinaggiu è stato uno dei temi principali dell’ultimo consiglio comunale di Tempio Pausania, che si è svolto in seduta straordinaria.

La Giunta ha proposto di autorizzare la predisposizione di tutti gli atti necessari per procedere alla vendita di parte del Compendio, già individuato fisicamente ed oggetto di precisa valutazione economica da parte della Commissione creata ad hoc dalla scorsa Amministrazione. Il sindaco ha esposto l’argomento ricordando l’iter che ha portato l’amministrazione a valutare e infine optare per la possibilità di vendita di parte del Compendio quale concreta e realistica possibilità di valorizzazione e conseguente ricaduta economica favorevole per il tessuto sociale.

“Il valore – ha precisato il sindaco Addis – sarà quello massimo individuato dalla forbice stabilita dalla Commissione valutatrice e confermata dall’Ufficio Tecnico Comunale, ossia 2.487.883 euro, valore peraltro ben superiore a quello di mercato”.

In merito è intervenuta anche la segretaria Comunale Giovanna Maria Piga, per puntualizzare quale sarà la formula adottata per la cessione, precisando a tal proposito “che non sarà una vendita pura (dismissione) bensì una proposta di cessione con evidenza pubblica a cui potrà partecipare chi proporrà un progetto compatibile con le finalità pubbliche e nel rispetto di rigidi parametri urbanistici, resi ancora più stringenti dall’adozione del nuovo Piano Urbanistico Comunale”.

Ha poi preso la parola l’assessore al patrimonio Paolo Cossu il quale ha evidenziato come tale iniziativa servirà a valorizzare e salvaguardare l’area, non certo a dissiparne valore e interesse.

I Consiglieri delle minoranze hanno invece sollevato e reiterato i dubbi già espressi circa la possibilità che l’eventuale acquirente possa non rispettare tali parametri e svalutare il Compendio.

É infine intervenuto il capo gruppo di maggioranza Franco Marotto il quale ha ricordato di aver vissuto le vicissitudini di Rinaggiu fin dai suoi inizi, negli anni ’80, affermando che “sulla scorta di tali esperienze, oggi la cessione con bando di evidenza pubblica e presentazione di un progetto di sviluppo condiviso con l’Amministrazione è senza ombra di dubbio l’unico strumento che può ragionevolmente consentire la valorizzazione dell’area e assicurare ricadute economiche positive per la comunità, il tutto corredato dalle più stringenti e vincolanti cautele a favore dell’amministrazione”.

L’autorizzazione alla predisposizione delle procedure di vendita è stata deliberata a maggioranza, contrarie le minoranze.

(Visited 1.262 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!