Una festa in forma ridotta per San Francesco ad Alà dei Sardi

La festa di San Francesco ad Alà dei Sardi.

Quest’anno la tradizionale festa dedicata a San Francesco, Santo al quale il paese di Alà dei Sardi è molto devoto, si svolgerà con le dovute restrizioni a causa del Covid. “I festeggiamenti civili in onore di San Francesco previsti attualmente nei giorni 3, 4, 5 ottobre, non avranno luogo. I Priori non prenderanno in carico il terreno circostante il santuario, che resterà a disposizione del proprietario. Quindi non vi sarà il consueto pranzo all’aperto, né bancarelle di nessun genere. Per quanto riguarda le celebrazioni religiose, le stesse verranno fatte nella Chiesa parrocchiale.
La processione si svolgerà il 4 ottobre in modalità ristretta, solo rappresentanti del comitato, bandiere e autorità civili e militari. La messa verrà celebrata nel santuario a numero chiuso e solo per i residenti, con tutte le precauzioni e distanziamento sociale. I parroci don Vittorio e don Gianmaria, daranno le direttive da rispettare”.

Questo è quanto stabilito dal sindaco di Alà dei Sardi Francesco Ledda. La festa in onore di San Francesco si celebra da oltre un secolo e accoglie per due giorni pellegrini da tutta la Sardegna con una cerimonia campestre che culmina in un pranzo all’aperto, al quale partecipano centinaia di persone, servite dai volontari del paese.

La chiesa campestre, all’interno ed all’esterno della quale si svolgono i festeggiamenti, venne edificata nel 1906. La storia narra che nel 1905, ad un cittadino alaese Giovanni Piscera, apparve in sogno San Francesco. Decise dunque di radunare le famiglie benestanti del paese, alle quali chiese un’offerta per erigere la chiesa che dista 2 chilometri dal centro del comune. Piscera visse per 102 anni e ogni anno apriva la processione in onore del santo.

(Visited 1.289 times, 1 visits today)
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!