Patto con la Prefettura, ad Arzachena arrivano 50mila euro contro il commercio abusivo

Assunti anche 4 nuovi agenti.

Arrivano nuove risorse per la lotta al commercio abusivo nelle spiagge del Comune di Arzachena grazie al patto siglato mercoledì 8 agosto con la Prefettura di Sassari che assegna 50 mila euro all’ente per il rafforzamento delle attività di lotta alla contraffazione e al commercio abusivo.

L’intervento sostiene la linea segnata dal sindaco Roberto Ragnedda con l’ordinanza 51 del 28 giugno 2018 in cui limita le attività sul demanio che arrecano disturbo e mettono a rischio la sicurezza, l’igiene e la corretta fruizione dei litorali. Negli 80 chilometri di costa arzachenese, dal borgo di Cannigione alla Costa Smeralda, vige il divieto di svolgere qualsiasi attività commerciale o prestazione di servizi non autorizzata, compreso il volantinaggio.

Il protocollo firmato dal primo cittadino e dal prefetto di Sassari Giuseppe Marani assegna al Comune 50 mila euro provenienti dalle quote del Fondo unico di giustizia che saranno investiti mediante assegnazione di lavoro straordinario agli agenti in servizio, dispiegamento di ulteriori due pattuglie, assunzione di 4 nuovi agenti a tempo determinato, contributo al Corpo dei Barracelli per monitoraggio giornaliero delle spiagge. “È un segno concreto a sostegno dei Comuni in un settore, come quello della sicurezza, fondamentale per garantire serenità ai cittadini e rafforzare la presenza delle istituzioni nella lotta a gravi fenomeni come la contraffazione, la pirateria, il sommerso, lo sfruttamento che costituiscono pericolo per l’incolumità pubblica e provocano danni economici per lo Stato in termini di evasione di imposte e tributi, ma anche di giustizia sociale, di decoro, di vivibilità e, non ultimo, di immagine del nostro territorio” precisa il sindaco Ragnedda, in linea con quanto indicato nel patto.

 

(Visited 156 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!