Test sulla rete idrica di Arzachena, interruzioni dell’acqua e possibili disagi

Le verifiche dei distretti idraulici di Arzachena.

Per mercoledì 24 giugno 2020, dalle 8 alle 17 i tecnici di Abbanoa hanno in programma le attività di verifica dei distretti idraulici in cui è stata suddivisa la rete idrica al servizio del centro abitato di Arzachena. Durante questa fascia oraria si verificheranno interruzioni dell’erogazione e temporanei cali di pressione nel centro abitato.

Si tratta di un’attività legata all’ingegnerizzazione delle reti con l’obiettivo di rendere l’intero sistema più efficiente grazie all’installazione di particolari apparecchiature che consentono di gestire portate e pressioni tramite valvole elettroniche di regolazione. Arzachena è tra i primi 30 Comuni dell’intera Isola dove si sta applicando questa soluzione rivoluzionaria che consente di aggredire le situazioni di criticità eliminando le cause alla radice.

Nei mesi scorsi i 32 chilometri di reti presenti nel territorio di Arzachena sono stati interessati da una particolare campagna di monitoraggio con verifiche dei consumi notturni e diurni nei serbatoi e l’installazione di strumentazioni all’avanguardia negli snodi principali del sistema idrico. Terminata la campagna di monitoraggio è seguita la “diagnosi”, ovvero la definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento della rete, con successivi rilasci di prescrizioni sempre più evolute e dettagliate per le soluzioni tecniche ottimali da adottare, tra le svariate combinazioni possibili (installazione di valvole regolatrici, sostituzione delle condotte, etc.), al fine di efficientare la rete dal punto di vista idraulico, energetico e gestionale (“prognosi”).

La strategia di Abbanoa prevede un cambiamento radicale del tradizionale – e il più delle volte inefficace – paradigma di intervento sulle reti: non si può pensare di sostituire sistematicamente tutte le tubazioni con risorse infinite; si devono piuttosto concentrare gli sforzi per rendere intelligenti le reti esistenti agendo sulle cause che generano le dispersioni: in primis gli sbalzi di pressione e la presenza di aria nelle condotte.

(Visited 414 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!