A Calangianus è tutto pronto: dopo la pandemia arrivano i Mondiali di biliardo

Dopo i rinvii per la pandemia a Calanganius arrivano i Mondiali di biliardo

Dopo i rinvii dovuti alla pandemia, dal 18 al 24 settembre, Calangianus ospiterà i campionati mondiali di biliardo. Centinaia di atleti provenienti da ogni angolo del pianeta si affronteranno sui tavoli verdi. Nell’ex padiglione fieristico si prepara il più grande evento sportivo della storia di Calangianus: i Campionati del Mondo di Biliardo specialità 5 birilli. Non nasconde la sua soddisfazione il sindaco Fabio Albieri. “Merito da condividere sicuramente con Paolo Scaramuzzi e sua moglie Nerella – commenta -. Già instancabili organizzatori a Calangianus dei precedenti eventi di carattere nazionale e internazionale del mondo della stecca, che hanno creduto e realizzato quello che continuo a definire un sogno”.

Non solo biliardo a Calangianus

Ma non saranno solo sfacci, raddrizzi, giri e birilli abbattuti quelli che caratterizzeranno la kermesse calangianese. “L’amministrazione comunale, in collaborazione con associazioni locali, classi e varie professionalità locali, oltre la preziosa collaborazione di Mirtò – spiega Gianni Bonino, consigliere delegato al Turismo e spettacolo -. Con un altro grande sforzo organizzativo ed economico proporrà un ricco calendario di eventi collaterali aperti a tutti che offriranno momenti di spettacolo e intrattenimento al termine delle giornate di gara”.

Rai e stampa internazionale

Il paese vivrà per due settimane sotto i riflettori dei media perché l’evento sportivo sarà seguito dalla Rai e da diverse testate internazionali. “Compie un grave errore di valutazione chi considera sport minori quelli come il biliardo sportivo – aggiunge il sindaco Albieri -. Eventi come questi muovono centinaia di persone tra organizzatori, atleti e accompagnatori”.

Condividi l'articolo