Ripartenza soft per la Costa Smeralda, arrivano i primi turisti a Porto Rotondo e Porto Cervo, ma nessuna ressa

Le presenze nelle due località della Costa Smeralda.

L’aria di ripresa si avverte anche nelle due località del lusso della Costa Smeralda, Porto Cervo e Porto Rotondo (anche se ricordiamo non fa parte della Costa Smeralda, propriamente detta). Entrambe le mete stanno registrando presenze positive e la ripartenza del settore ricettivo e delle sue boutique.

“Già da marzo e aprile i telefoni squillavano per chiederci delle location da affittare per poter aprire i locali – ha detto il presidente del Consorzio di Porto Rotondo Marcello Lombardo –. Ci sono state diverse aperture di bar e ristoranti, quindi la ripresa c’è e siamo ottimisti”. Comincia anche una ripresa delle presenze. “C’è un riscontro positivo anche da parte delle agenzie immobiliari – ha proseguito il presidente -, ho sentito alcune agenzie immobiliari, che hanno affittato già tutto”.

Insomma, c’è ottimismo alle porte. “Siamo speranzosi per la ripartenza del turismo anche grazie all’allentamento delle misure per gli ingressi – ha concluso affermato -, ovviamente non bisogna abbassare la guardia sul fronte della pandemia”. Anche a Porto Cervo si avverte il senso della ripartenza. “Sicuramente la decisione della Regione di facilitare l’entrata dei turisti darà effetti positivi in termini di presenze – ha commentato Sergio Uliana, titolare dello storico bar La Virgola –. Le presenze per ora ci sono ma mi aspettavo di più, perché ad occhio sono la metà del 2019”.

(Visited 3.933 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!