Luglio caldo per l’aeroporto di Olbia, scioperano gli addetti alla vigilanza

Lo sciopero degli addetti alla vigilanza dell’aeroporto di Olbia.

Luglio si prospetta complicato per l’aeroporto Costa Smeralda a causa dello sciopero e dello stato di agitazione proclamati dalla UilTucs sarda, come annunciato in precedenza. I problemi potrebbero iniziare già dal 4 luglio.

Il sindacato rappresenta oltre il 50% dei lavoratori della Coopservice, l’azienda responsabile del controllo passeggeri in partenza e della vigilanza. La UilTucs chiede da mesi il riconoscimento delle qualifiche degli operatori specializzati e ha portato il caso davanti al prefetto di Sassari, Grazia La Fauci.

Il sindacato ha informato la Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali del pacchetto di astensioni previsto: dal 5 al 26 luglio ci sarà astensione dallo straordinario per tutto il personale impiegato presso l’aeroporto di Olbia, e il 21 luglio è prevista una sciopero di quattro ore nelle prime ore di servizio di ogni turnazione.

Condividi l'articolo