Arrivi in Sardegna senza tampone, scadono le 48 ore e iniziano i controlli

I controlli dell’Ats.

L’Ats si attiva per contattare chi è arrivato in Sardegna e si è impegnato ad eseguire il tampone entro le 48 ore successive. Scadono infatti oggi i termini per i primi passeggeri arrivati sull’Isola lunedì, il primo giorno dell’entrata in vigore dell’ordinanza del presidente Solinas.

Infatti una delle opzioni per l’arrivare in Sardegna senza eseguire il tampone subito sul posto era di eseguirne uno entro le 48 ore successive. Da questa condizione non sono esentati neanche coloro che, magari per lavoro, sono rimasti sull’Isola un solo giorno e poi sono subito ripartiti. L’Ats avverte che chi non fornirà il certificato sarà segnalato alla polizia e potrebbe rischiare una denuncia penale.

Condividi l'articolo