Riqualificazione del centro e turismo, Ambrosio: “Abbiamo bisogno di qualità”

Il bilancio dell’ex presidente di Confcommercio Ambrosio.

Sarà candidato alle prossime elezioni comunali di Olbia. Ma da anni Pasquale Ambrosio è uno dei punti di riferimento per il commercio cittadino, un ruolo diventato ancora più significativo dall’elezione a presidente di Confcommercio Gallura. Sei anni di attività intensi, durante i quali si è fatto promotore di diversi eventi, che hanno animato il centro, e dell’apertura di tavoli di discussione importanti, come quello per la Ztl. Si candiderà accanto al sindaco uscente Settimo Nizzi e per questa ragione ha rassegnato le sue dimissioni dalla guida dell’associazione di categoria.

Un’occasione, quindi, per fare il punto sul suo mandato e su come è cambiata Olbia in questi anni. “Come associazione abbiamo avuto un trend in crescita – premette Ambrosio –. Gli iscritti sono cresciuti del 5% e questo significa che l’associazione viene riconosciuta come la casa dell’imprenditore. Attualmente sono 900 le aziende iscritte, non solo di Olbia ma anche dei comuni limitrofi”.

Numeri positivi per confermano la dinamicità del tessuto imprenditoriale nostrano. “In città c’è un ricambio fisiologico di attività e questo fa parte della trasformazione del comparto commerciale – prosegue -. Certo con la pandemia le attività hanno accusato comunque il colpo, anche per il problema dei ristori, ma siamo positivi in una ripartenza”.

Una consapevolezza delle potenzialità di Olbia percepita sempre maggiormente anche dai turisti. “In questi ultimi anni i visitatori hanno deciso di rimanere per la qualità della vita che la città offre – continua Ambrosio -. Anche le strutture ricettive stanno capendo l’importanza di investire su un territorio come questo e tantissime altre stanno riaprendo”.

Venduto l’hotel Pozzo Sacro, riaprirà entro l’estate e punterà sull’eccellenza

Tuttavia, i problemi non mancano. “Ci sono problemi irrisolti per quanto riguarda la programmazione aeroportuale estiva – spiega l’ex numero uno dei commercianti -. Siamo fiduciosi, ma mancano ancora le regole per la gestione del turismo quest’anno”.

La Pasqua della Gallura senza turismo nonostante la zona bianca

Ciononostante il centro storico cresce, anche grazie alla riqualificazione di Corso Umberto. “Il centro è diventato più fruibile negli anni – dice Ambrosio -, ma la sfida ora è allargarlo e rendere tutta la città appetibile in modo che, anche altre attività, abbiano le stesse opportunità. Penso che con la nuova piazza di via Redipuglia, le aree che oggi sono abbandonate acquisteranno valore. Certamente ci sono zone dove non si può limitare del tutto il flusso delle automobili, ma riqualificando e creando parcheggi limitrofi è possibile che si possa tornare a passeggiare anche in via Regina Elena, viale Aldo Moro e in piazza Mercato, ad esempio”.

(Visited 288 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!