Caso Ciro Grillo, nuovi testimoni in aula nell’udienza per il presunto stupro di gruppo

L’udienza oggi a Tempio.

Si è tenuta a Tempio la nuova udienza del processo per le presunte violenze sessuali su due ventenni, che vede imputati Ciro, il figlio di Beppe Grillo e tre suoi amici, fatti avvenuti nell’estate del 2019 in Costa Smeralda. Oggi davanti al giudice compariranno altri testimoni chiamati a deporre dalla Procura.

Davanti alla corte è stato sentito un luogotenente dei carabinieri di Milano che ha raccolto la denuncia della presunta vittima e un maresciallo dei carabinieri del Reparto territoriale di Olbia che ha svolto i primi rilievi nella residenza di Beppe Grillo, a Porto cervo, dove sarebbe avvenuto lo stupro di gruppo ai danni della giovane italo norvegese.

Nel corso della stessa udienza anche le testimonianze dell’amministratore del Billionaire, la discoteca dove Ciro Grillo e i suoi amici hanno conosciuto le due ragazze la sera, di un tassista che ha riaccompagnato le due giovani dopo la notte del presunto stupro e di alcuni vicini che soggiornavano nel residence in quei giorni.

In aula erano presenti due dei quattro imputati, amici di Grillo, che sono arrivati a sorpresa poiché volevano essere presenti al processo. I due giovani però non saranno ascoltati oggi e assisteranno in silenzio alle fasi dell’udienza, che si sta svolgendo a porte chiuse.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura