Continuità territoriale, Air Italy blocca i voli per Milano e Roma da Olbia. Rischio caos per i passeggeri

Continuano i disagi per Olbia.

“Della telenovela della continuità territoriale non si vede la fine. Purtroppo i cittadini sardi ed i passeggeri in senso lato sono e vengono lasciati in balia dei venti”. Ad affermarlo è il segretario FILT CGIL Sardegna Arnaldo Boeddu che, nella tarda serata di ieri ha saputo della ufficialità da parte della compagnia Air Italy della cancellazione di tutti i voli in continuità acquistati precedentemente verso Roma  Fiumicino e Milano Linate. 

Questo significa che le persone che hanno in mano un biglietto di Air Italy in continuità territoriale fino al giorno 16 maggio non sanno se e con chi potranno volare. 

Potrebbe accadere che alcuni fortunati trovino una riprotezione con Alitalia qualora ci siano ancora posti disponibili. In caso contrario, dovranno arrivare la procedura di richiesta di rimborso del biglietto oppure viaggiare in altra data. Poco importa se proprio in quel determinato preciso giorno avessero un appuntamento per problemi legati alla salute, oppure dovessero sostenere un esame universitario oppure assistere ad una lezione o frequentare un corso. 

In questi casi, si sa come funziona, i passeggeri come i birilli cadono colpiti da una palla lanciata da altri ed aspettano che qualcuno li risollevi. Ecco, ad avviso della Cgil Trasporti quel qualcuno è inderogabilmente la politica. Quella regionale e quella nazionale. 

“Non si possono tenere in ostaggio migliaia di passeggeri con regolare biglietto ed altri che debbono ancora prenotare il volo, senza che si abbia la certezza di partire e se si partita con la compagnia con la quale si era programmato di fare il viaggio – prosegue Boeddu -. Così come non è possibile che la politica pensi di uscire indenne da questo caos, in buona parte creato proprio da decisioni assurde quanto incomprensibili prese dai vertici regionali e nazionali”. 

“Ma davvero qualcuno pensa che due compagnie aeree, in concorrenza tra loro, possano trovare una soluzione a questo totale disastro? – prosegue il segretario della Filt -. Oltre a condannare senza alcun dubbio la compagnia Air Italy che non è esente da colpe e responsabilità, la Cgil Trasporti ribadisce  che da questo imbuto si esce solo in un modo. La Regione ed il Governo debbono prorogare il vecchio bando di continuità ad Air Italy su Olbia sulla falsariga di quanto di avvenuto per Alghero e Cagliari con Alitalia. 

Qualora ci dovessero problemi sotto l’aspetto normativo, alcuni citano sempre un fantomatico danno erariale, sempre questi due soggetti istituzionali dovranno lavorare e fare in maniera che Alitalia si concentri e sviluppi il suo network da e per gli altri due aeroporti sardi lasciando spazio ad Air Italy su Olbia”.

(Visited 1.869 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!