Torna l’iniziativa di Avis Olbia e Red Valley: biglietti in regalo a chi dona il sangue

Red Valley

Avis Olbia e Red Valley ripropongono il progetto.

Dopo il successo riscontrato nel 2022, con 100 donatori totali e 40 litri di sangue raccolti in 3 giornate dedicate, torna anche quest’anno l’iniziativa sociale RED Blood Network. La raccolta è ideata e realizzata per il secondo anno consecutivo dagli organizzatori del Red Valley Festival, in collaborazione con l’AVIS Olbia.

L’obiettivo principale del RED Blood Network, progetto sostenuto anche dal Comune di Olbia, è quello
di sensibilizzare e incoraggiare i giovani amanti della musica dal vivo a partecipare a un’iniziativa socialmente utile come la donazione di sangue. Il progetto è nato anche per la grande carenza a cui la Sardegna deve far fronte ogni estate.

Grazie alla donazione e fino ad esaurimento disponibilità, sarà possibile assistere ad uno dei concerti degli artisti che si esibiranno al Red Valley Festival 2023. Per l’edizione di quest’anno del RED Blood Network, l’organizzazione del Red Valley ha messo a disposizione 100 biglietti omaggio per i donatori che si presenteranno a donare il proprio sangue presso l’autoemoteca dell’AVIS Olbia. Questa sarà messa a disposizione dall’associazione di volontariato per 3 appuntamenti dedicati, da svolgersi nella città di Olbia tra luglio e agosto.

L’iniziativa.

La prima tappa dell’iniziativa è prevista per domenica 16 luglio, dalle 8 alle 12, presso l’autoemoteca
dell’AVIS posizionata nell’area parcheggio davanti all’ingresso del Centro Commerciale “Olbia Mare” (via Cesare Pavese n°2). Non è necessaria prenotazione, in quanto le donazioni verranno effettuate in ordine di arrivo fino al raggiungimento della capienza massima entro l’orario di termine indicato. Verranno accettati tutti i donatori maggiorenni che rispettano i requisiti indicati sul sito ufficiale dell’AVIS Sardegna.

“Per noi è sempre stato fondamentale cercare di unire il concetto di divertimento responsabile a quello di sostenibilità ed etica”, racconta uno degli organizzatori del Red Valley Festival, Pierpaolo Virdis. ”L’anno scorso, grazie alla grande collaborazione dell’AVIS Olbia e del Comune di Olbia, siamo riusciti a coinvolgere oltre 100 donatori, di cui il 55% di questi al di sotto dei 34 anni: questo è un ottimo risultato che dimostra come un’iniziativa socialmente utile possa essere in grado di sensibilizzare anche il pubblico più giovane, spesso meno cosciente della grave problematica della mancanza di sangue a cui dobbiamo far fronte in Sardegna ogni estate. Ci auguriamo questo forma possa diffondersi ulteriormente nel territorio nazionale, in modo da trasmettere un grande messaggio ai giovani di tutta Italia”.

”Riteniamo che la formula sia vincente: il sano divertimento di un grande evento unito ad un’attività lodevole come la donazione del sangue, del quale c’è particolarmente bisogno in questo periodo dell’anno nel nostro territorio. Si tratta di un messaggio incentivante per le nuove generazioni, che magari continueranno a donare anche altre occasioni” afferma Marco Balata, assessore al turismo del Comune di Olbia.

”Ho sempre pensato che il momento della donazione debba essere un momento ludico, di gioia, che
genera energia positiva nella vita di chi dona e di chi riceve – afferma Gavino Felice Murrighile, presidente AVISOLBIA -. Questa iniziativa meravigliosa ci piace vederla in una logica di continuità con il grande lavoro fatto dall’AVISOLBIA nelle scuole cittadine. I giovani sono quelli che rispondono con entusiasmo alle sollecitazioni della società civile e portano una ventata di freschezza e di speranza, necessarie per allontanare le nuvole di questo tempo difficile. Questa sarà la prima di tante altre iniziative che vedranno i giovani coinvolti e spero che il Red Valley Festival continui ad essere organismo di stimolo e fucina di nuove ed ulteriori idee”. Per maggiori informazioni in merito all’iniziativa si può consultare il sito ufficiale www.redvalleyfestival.com/redbloodnetwork.

Condividi l'articolo