Due proposte in gara per il recupero dell’area di Rinaggiu a Tempio

Le proposte per la riqualificazione.

Rinaggiu torna al centro del dibattito politico con due conferenze dei capigruppo allargate che hanno coinvolto le forze di maggioranza e minoranza. Il compendio di Rinaggiu e Pischinaccia,  un’area importante e preziosa da ogni punto vista, primo tra tutti, quello naturalistico e ambientale, rappresenta per l’intera Città e per i tempiesi un simbolo ed una risorsa strategica importante verso la quale da sempre si   sono nutrite forti aspettative. 

L’Amministrazione nella sua più ampia unitarietà tra maggioranza e minoranza, così come prima hanno fatto tutte le Amministrazioni di ogni schieramento che si sono fin qui succedute, ha posto Rinaggiu al centro della propria azione fin dall’inizio del mandato e ancor prima lo ha fatto nel suo programma elettorale consapevole della difficoltà, che la storia passata e recente ci insegna, di individuare soluzioni concrete per una adeguata e degna valorizzazione di un sito dalle diverse potenzialità.

Nei giorni scorsi il vice sindaco Gianni Addis e i consiglieri, hanno incontrato gli imprenditori  che hanno risposto alla chiamata del Comune che  aveva,  con due avvisi  pubblici separati (uno relativo al fabbricato destinato ad area fitness wellness, l’altro per tutti gli altri fabbricati/aree del Compendio Rinaggiu)  dato il via all’iter per l’acquisizione di manifestazioni di interesse rivolte a individuare sia i soggetti interessati ad investire nell’area sia i progetti e il loro sviluppo nel tempo. In tre hanno risposto all’appello del Comune, uno per l’area fitness wellness e due per il Compendio Rinaggiu,  con diverse proposte  che sono state attentamente valutate. Di queste, due hanno suscitato l’interesse   dell’amministrazione che, data la rilevanza delle questioni e la loro portata generale, ha coinvolto tutte le forze consiliari che a loro volta hanno espresso condivisione sul percorso avviato dall’Amministrazione, ad eccezione del consigliere Alessandra Amic, che invece, si è formalmente discostata.

Nel primo incontro   il vice sindaco Gianni Addis e i consiglieri comunali   hanno avuto modo di parlare con l’avvocato   Salvatore   Deiana   che   rappresenta un gruppo di investitori certificati da un’importante società di revisione contabile rinomata a livello internazionale. Il professionista ha illustrato il progetto che dovrebbe riguardare la riqualificazione di una   serie di fabbricati che si trovano nel Compendio di Rinaggiu, con un Centro sportivo, Piscina, Tettoia, ricovero impianti tecnici,fabbricato   custode, anfiteatro e rudere con potenzialità volumetriche di tipo ricettivo e che dovranno ospitare un centro scolastico internazionale, un centro sportivo e termale ed una struttura alberghiera immersa nel verde, realizzata  tenendo conto delle caratteristiche paesaggistiche dei luoghi. Un progetto in grado di sviluppare, nell’arco temporale di dieci anni, posti di lavoro e un significativo indotto. Il gruppo, fortemente interessato, vorrebbe acquistare le aree e gli immobili. Naturalmente le sorgenti di Rinaggiu rimarrebbero nella disponibilità dei cittadini.

Il secondo incontro si è tenuto invece con un gruppo di Tempio,  la società “Piccoli e grandi eventi srl”, che ha risposto con manifestazione di interesse all’avviso pubblico che riguardava la riqualificazione del compendio Pischinaccia. Il progetto prevede, in sintesi, la ristrutturazione dell’edificio ex Centro Fitness, da utilizzarsi come luogo di aggregazione per giovani e meno giovani, con destinazione di spazi attrezzati alle attività ludico-artistiche, di aggregazione e intrattenimento e l’installazione di una tensostruttura.

Gli amministratori comunali hanno rivolto diverse domande ai professionisti che hanno risposto puntualmente. La valorizzazione del Compendio di Rinaggiu sembra di nuovo possibile grazie anche alla riqualificazione che presto riguarderà un’altra parte del compendio destinataria di un investimento di oltre 3 milioni di euro attraverso il  progetto di sviluppo territoriale “La Città di Paesi della Gallura” coordinato dall ‘Unione dei Comuni Alta Gallura. Investimento  destinato alla realizzazione di un primo lotto funzionale di interventi con la realizzazione di un parco inclusivo con percorsi accessibili e sensoriali, adatti anche a persone diversamente abili e l’adeguamento dei campi sportivi esistenti. Le interlocuzioni sono ancora in corso e nulla di definitivo è stato deciso.

Il Comune non ha messo in vendita nulla, tanto meno Rinaggiu. E’ vero, invece, che la Giunta insieme ai gruppi consiliari“Tempio Libera e Democratica” e “Ripensare Tempio”, dinanzi a una proposta che è apparsa da subito seria e di strategica rilevanza per il futuro economico della Città, sta responsabilmente valutando l’ipotesi di avviare i giusti procedimenti per farlo, a condizione che nel Compendio si realizzino interventi di interesse pubblico.

(Visited 670 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!