Arrivano i primi provvedimenti contro i russi in Costa Smeralda, la Guardia di finanza “congela” la villa di Usmanov

La villa in Costa Smeralda di Alisher Usmanov ha un valore di circa 17 milioni di euro.

Arrivano i primi provvedimenti nelle ville dei magnati russi in Costa Smeralda. La Guardia di finanza ha “congelato” la villa di proprietà di Alisher Usmanov.

La villa, che si trova nel Golfo del Pevero, ha un valore stimato di circa 17 milioni di euro. Allo stesso Usmanov, nei giorni scorsi in Germania, era stato sequestrato anche lo yacht Dilbar. L’imbarcazione, che è diventata ormai una presenza fissa in Costa Smeralda dopo il provvedimento, si trova ora in un cantiere di Amburgo.

Un provvedimento che, dopo l’invasione dell’Ucraina e le relative sanzioni dell’Unione Europea, era già nell’aria dagli scorsi giorni. Usmanov è proprietario anche di altre ville anche in Costa Smeralda, residenze principesche che da Porto Cervo e a Liscia di Vacca e di un mega jet che ha trovato casa nell’hangar dell’aeroporto di Olbia. Ma il provvedimento mette in allarme anche gli altri oligarchi russi, si stima infatti che in Costa Smeralda siano almento 40 le ville che potrebbero finire nel mirino.

Intanto oltre ai sequestri, si guarda con preoccupazione anche ai risvolti che le sanzioni potrebbero avere sull’economia, sui lavoratori e sull’indotto del territorio. Già la scorsa settimana sono stati segnalati i primi licenziamenti per i lavoratori in Costa Smeralda assunti nelle ville e negli yacht di oligarchi, finanzieri e milionari russi. Per fare il punto sul problema proprio ieri Arzachena ha ospitato ospitato l’incontro con il Tavolo delle associazioni.

Condividi l'articolo