In Costa Smeralda è boom di licenziamenti per i lavoratori degli oligarchi russi

Allarme per i licenziamenti dei lavoratori in Costa Smeralda.

La crisi Russo-Ucraina tocca anche la Gallura. E’ allarme licenziamenti per i lavoratori in Costa Smeralda assunti nelle ville e negli yacht di oligarchi, finanzieri e milionari russi. Centinaia di segnalazioni stanno arrivando in queste ore, da parte di lavoratori quali giardinieri, addetti alla vigilanza, operai edili, ai quali è stato detto di stare a casa a partire dalla prossima settimana.

A comunicarlo è il sindacato di Cisl Gallura. “Come da noi ampiamente previsto – dichiara Mirko Idili, di Cisl Gallura -, la scellerata decisione russa di portare la guerra in Ucraina, non tarda a far sentire i primi effetti del conflitto anche nel Nord Est dell’Isola. La nostra è una realtà nella quale vi è una ingente presenza di capitali ed investimenti, sotto forma di sontuose ville e mega yacht che fanno capo a tante società riconducibili ad oligarchi, finanzieri e milionari russi. Nelle prossime ore chiederemo un incontro con il sindaco di Arzachena Roberto Ragnedda e con tutte le istituzioni competenti al fine di fare le più opportune valutazioni e mettere in atto le conseguenti azioni di tutela”.

In Gallura, secondo l’Osservatorio Sardegna Turismo, trascorrono le vacanze oltre 40 mila russi, per un totale di 220 mila presenze, i quali negli anni hanno acquistato grandi ville dove lavorano centinaia di manutentori, colf, addetti alla vigilanza, cuochi, autisti, giardinieri tutti lavoratori, anche sardi. Padri e madri di famiglia che rischiano di rimanere a casa nella stagione che sta per iniziare. “Il 2020 in Gallura è stato l’anno nero per l’occupazione – prosegue Idili -, meno 60% di assunzioni rispetto all’anno precedente, dovute alla pandemia. Il rischio che anche per il 2022 si possa prefigurare una stagione con una grave flessione di occupati è fortemente concreto”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura