Caos scuola, la Gallura tra mancanza di personale ed errori nel sistema

La situazione nelle scuole in Gallura.

Anche la scuola in Gallura è nel caos. A pochi giorni dal suono della campanella, la situazione non è proprio rassicurante. A definirla così è Francesca Sardo, segretaria Fcl Cgil scuola Gallura.

“Complice la fretta, i sistemi che hanno esaminato le domande in modalità telematica – spiega Sardo – gli uffici hanno lavorato nel mese di agosto, pure nel periodo delle ferie. Oltre ai punteggi e titoli sbagliati, tantissime le domande non esaminate e questo ha permesso che tanti posti sono rimasti scoperti”.

Per di più ieri è arrivata una circolare che avrebbe bloccato i reclami all’usp. La scuola non ha però bisogno solo di insegnanti. Il personale ata e addetti alla sanificazione degli ambienti mancherebbe.

“Altro problema, è la data di inizio, che combacia con il referendum e che non darebbe spazio per sanificare gli ambienti”, aggiunge la segretaria Flc Cgil scuola Gallura.

Impossibile poi rispettare le distanze all’interno delle scuole, specie le classi primarie. Alcune scuole galluresi non avrebbero trovato spazi idonei e ancora non si sa nulla sulle sedi per le classi utili a smistare gli studenti.

“Molte scuole della Gallura mancano di protocollo covid-19 e stanze – prosegue Sardo -. Ed è impossibile far rispettare le distanze ai bambini, tenerli fermi, specie quelli con disabilità. Solo l’alberghiero di Arzachena si sarebbe dotato di uno spazio esterno”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura