Gravi irregolarità a bordo, nave in stato di fermo al porto di Olbia

La nave non rispetta i requisiti minimi di sicurezza.

Gli Ispettori del Nucleo Port State Control della Capitaneria di Porto di Olbia, nell’ambito dell’attività di controllo a bordo delle navi battenti bandiera estera che approdano nel porto di Olbia, hanno ispezionato in data 17 agosto e sottoposto a provvedimento di fermo la nave da carico “Med Voyager” battente bandiera Sierra Leone e ormeggiata al molo industriale “Cocciani” di Olbia.

L’unità di 2654 tonnellate di stazza lorda e adibita al trasporto di carico generale, proveniente da Castellon de la Plana (Spagna) e diretta a Djen-Djen (Algeria), è giunta ieri mattina nel porto di Olbia per caricare cemento.

Gli Ispettori della Guardia Costiera, nel corso dei controlli a bordo, hanno riscontrato numerose deficienze nell’ambito della sicurezza della navigazione, molte delle quali hanno determinato il fermo della nave.

In particolare, sono state rilevate gravi carenze relative ai mezzi di salvataggio, agli impianti e ai sistemi di sicurezza antincendio, all’apparato motore e alle relative procedure di manutenzione, carenze tali da rendere la nave mercantile al di sotto degli standard minimi di sicurezza richiesti dalla normativa internazionale.

La nave è attualmente ormeggiata in banchina al porto industriale e vi rimarrà, in stato di fermo, fino alla risoluzione di tali gravi carenze.

Tale attività di controllo viene svolta da personale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera altamente specializzato nella materia “Sicurezza della navigazione” ed è effettuata in aderenza a convenzioni, accordi internazionali e direttive comunitarie volte a garantire la tutela dell’ambiente marino, la sicurezza della navigazione, la salvaguardia della vita umana in mare e ad assicurare adeguate condizioni di lavoro al personale marittimo.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura