Incidente di Suiles, uno striscione per chiedere giustizia per Ivan

Lo striscione davanti al tribunale di Tempio.

Continua la battaglia di Nicolò Valente davanti al tribunale di Tempio Pausania per chiedere giustizia per il figlio Ivan, morto in un tragico incidente stradale nel settembre 2017 tra Pittulongu e Suiles.

Due striscioni appesi fuori dal tribunale con la foto del figlio e una frase: “Giustizia per Ivan, 3 anni e 7 mesi senza giustizia e l’assassino ancora alla guida”. Un’impatto devastante quello avvenuto la mattina dell’8 settembre del 2017, con l’auto del giovane Ivan che è stata trascinata per una trentina di metri.

“Che dovrebbe fare un genitore? Sto cercando giustizia e trovo solo ostacoli? – dichiara il papà Nicolò Valente -. Le vittime della strada sembrano figli di un dio minore” Il 21 gennaio scorso intanto, si è svolta l’udienza preliminare, rinviata poi a domani, non essendo stato raggiunto l’accordo per il patteggiamento

(Visited 638 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!