Lavoratore in nero in un’azienda scoperto dalla finanza, multato il titolare

I controlli delle Fiamme gialle.

Durante alcuni controlli la Guardia di finanza ha scoperto alcune irregolarità in ordine all’osservanza delle norme che disciplinano il mondo del lavoro.

All’atto dell’accesso presso un’azienda di Sanluri, a seguito dell’identificazione di tutto il personale intento a prestare la propria attività lavorativa, è emersa la posizione di un soggetto per il quale il datore di lavoro non ha saputo fornire la documentazione attestante la regolare assunzione.

I successivi approfondimenti hanno appurato che il dipendente era impiego “in nero”, privo cioè di qualsiasi regolarizzazione formale del rapporto di lavoro, circostanza che costituisce una irregolarità dal punto di vista fiscale ma che soprattutto non fornisce alcuna tutela assistenziale e contributiva al lavoratore.

Per tale violazione, il titolare della ditta sottoposta a verifica, oltre alla diffida a regolarizzare il lavoratore irregolare, è stato destinatario di una sanzione amministrativa da un minimo di 1.800 euro ad un massimo di 10.800 euro.

Gli interventi qui delineati si inseriscono nel più ampio ed articolato dispositivo della Guardia di Finanza finalizzato al contrasto dell’evasione fiscale, fenomeno che produce effetti negativi per l’economia, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti, non trascurando un attento monitoraggio sul mondo della disciplina giuslavoristica.

(Visited 1.731 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!