Fa la pipì in un vicolo del centro di Olbia, maxi multa da 5mila euro

La multa comminata dai carabinieri di Olbia.

La notizia sorprende per due aspetti. Per la disinibizione con cui si possa calarsi i pantaloni per strada per fare i propri bisogni. E per la maxi multa da 5mila euro che è stata comminata dai carabinieri, in ottemperanza a quanto previsto dal codice penale.

E poteva andare anche molto peggio al 40enne di Olbia sorpreso ad orinare, l’altra sera, in un vicolo di via delle Terme. Perchè, codice alla mano, l’impropria espulsione dei propri liquidi all’aperto, poteva costargli una sanzione amministrativa fino a 10mila euro. La stessa Cassazione non transige: “Sono atti contrari alla pubblica decenza tutti quelli che in spregio ai criteri di convivenza e di decoro che debbono essere osservati nei rapporti tra i consociati, provocano in questi ultimi disgusto o disapprovazione come l’urinare in luogo pubblico”.

Quindi, ricevuto il verbale l’improvvido orinatore ha avuto di quel riflettere. Soprattutto, se chiedere lo sconto pagando entro dieci giorni. Ma veniamo meglio ai fatti. Da tempo i residenti del centro denunciano che gli angoli e i vicoli sono spesso usati come delle latrine a cielo aperto. Una situazione segnalata anche alle forze dell’ordine che, l’altra sera, nel corso di un normale pattugliamento, hanno colto sul fatto un 40enne residente in città.

Non è dato sapere come si sia difeso l’uomo davanti alla contestazione degli agenti in divisa. Il fatto è stato derubricato, giustamente, dal comando dei carabinieri come un avvenimento di minor conto. Quello che si sa, però, è l’importo della sanzione: 5mila euro. E la possibilità di pagarla anzitempo con lo sconto. Infine, onore al merito a chi ha riportato per primo questa notizia: il quotidiano online Olbianova.

(Visited 4.537 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!