Protesta dei pastori, trattative serrate sul prezzo. L’incubo dell’occupazione dei seggi

A rischio le elezioni regionali.

Sono giorni critici in Sardegna, dove i pastori sono in agitazione contro l’industria casearia per chiedere un rialzo del prezzo del latte di pecora
Proseguono le consultazioni tra i pastori per valutare l’accordo proposto a Cagliari: a 72 centesimi al litro di latte per arrivare nel giro di pochi mesi a un euro. 

Nel frattempo i pastori hanno lanciato un ultimatum alle istituzioni: se non si troverà una soluzione in pochi giorni sul prezzo del latte, ci sarà il blocco dei seggi in tutta l’isola per le elezioni regionali previste per domenica 24 febbraio.

Quindi dopo giorni di proteste per con porti presidiati, blocchi stradali, assalti alle aziende casearie e migliaia di litri di latte sversati, i pastori della Sardegna non intendono fermarsi. Potrebbero esser bloccati i seggi di domenica prossima.

(Visited 368 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!