Un vertice al Ministero per il futuro della continuità territoriale in Sardegna

Il vertice con il Ministro Giovannini.

Continuità territoriale aerea e marittima, infrastrutture e investimenti sono stati al centro di un incontro a Roma tra gli assessori ai Trasporti Giorgio Todde e ai Lavori Pubblici Aldo Salaris e il Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini. 

Riavviato in procedura di emergenza, per 7 mesi, il sistema di continuità aerea per i 3 aeroporti sardi, la Regione lavora alla predisposizione del bando che dovrà disciplinare il sistema nei due anni futuri. Il Ministro Giovannini ha assicurato, da parte del suo Dicastero e del Governo, il pieno sostegno alle ragioni e alle richieste della Sardegna a Bruxelles. Con il primo bando quindi, del valore di 37 milioni di euro, si garantirà quindi la continuità aerea per i prossimi 7 mesi, mentre successivamente un altro bando entrerà a regime per 2 anni, con una base d’asta di 46milioni di euro annui.

Al centro del confronto anche la continuità marittima, ancora oggi di esclusiva competenza dello Stato. L’assessore Todde ha ribadito la necessità che siano garantite con regolarità e continuità le corse da Cagliari e Arbatax verso Civitavecchia, oggi ripristinate in via provvisoria. Occorre, questa la posizione ribadita dalla delegazione sarda, un bando che assicuri continuità per i prossimi 5 anni, ed e’ necessario avviare un percorso che porti le competenze in capo alla Regione Sarda. Posizione condivisa anche dal Ministro.

Ammodernamento della rete stradale, ferroviaria, piano di infrastrutture sono gli altri argomenti in discussione, che saranno approfonditi con un nuovo incontro che il Ministro programmerà a breve termine con la Regione.

Condividi l'articolo

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura