Air Sardinia, Alitalia e Ryanair, le ipotesi per il dopo Air Italy e la strategia della Regione

Le ipotesi dopo la liquidazione di Air Italy.

L’ipotesi ha iniziato a prendere corpo ieri sera, a poche ore dalla doccia gelata riservata alla Gallura (e alla Sardegna) dai vertici di Air Italy. L’assessore regionale ai Trasporti Giorgio Todde l’ha letto come un presagio del destino e ha disseppellito dalla sua scrivania il dossier, che aveva preparato con insano tempismo, nei mesi scorsi, sulla nascita di una nuova compagnia aerea a trazione regionale dal nome Air Sardinia.

I liquidatori di Air Italy al Ministero, l’incontro e le proposte del Governo

Dopodiché ha ammiccato il governatore Christian Solinas, proprio nei momenti in cui, con un rigurgito di autoritarismo, si preoccupava di convocare a Villa Devoto, sede dei maggiori affari regionali, i soci e il consiglio di amministrazione della Air Italy già in liquidazione. “È il momento giusto di far nascere la nostra compagnia aerea”, ha sussurato nelle stanze del suo palazzo.

Caso Air Italy, ipotesi acquisizione della Regione per salvare la compagnia

Ma come? E con che partner? L’assist glielo fornisce stranamente il consigliere regionale del Pd Giuseppe Meloni, a cui si accodano, accorati, i ragionamenti dei sindacati. La Regione nel capitale di Air Italy. O meglio, la Regione promotrice di una newco (si dice così, quando vogliamo dare un colpo di spugna sul passato) nel quale coinvolgere alcuni imprenditori e la stessa Qatar Airways, che aveva detto, a parole, di essere ancora pronta a fare la propria parte nei cieli italiani.

Il chip da mettere sul tavolo si aggira tra i 200 e i 300 milioni di euro, da condividere in parti tra i soci. Una cifra abbordabile e che, comunque, sarebbe giustificata dall’alto valore che lascerebbe in eredità la defunta compagnia aerea ex Meridiana. L’alternativa a questa ipotesi, invece, risponderebbe al nome di Alitalia, che potrebbe tornare a coprire i collegamenti da Olbia, con l’innegabile rischio di parziale monopolio sull’isola.

Infine, a sorpresa è arrivato lo spunto di Ryanair. Il noto vettore low cost ha cercato di farsi largo nel pomeriggio, proponendo un parziale subentro sulle rotte di Air Italy. Ma rinviando poi la formulazione di ulteriori dettagli solo alle prossime ore.

(Visited 2.029 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!