Dalle facciate alle caldaie, dalla patente alla scuola, tutti i nuovi bonus per le famiglie

I tanti bonus in vigore.

Sono tanti i bonus messi a disposizione dei cittadini dal governo per il 2022, da quelli per la casa ai matrimoni allo psicologo.

Bonus edilizi

Tra i diversi bonus edilizi figura il bonus Facciate con un’agevolazione del 60% delle spese sostenute per effettuare i lavori di recupero o restauro delle facciate degli edifici esistenti senza tetto massimo di spesa. Il bonus Ristrutturazione, invece prevede detrazioni del 50% per gli interventi di ristrutturazione effettuati tra gennaio 2022 e fine 2024, con un tetto massimo di 96 mila euro.

Sempre nella categoria dei bonus edilizi, il Superbonus 110, prorogato per tutto il 2022. Il bonus inizialmente prevedeva una cessione del credito del 110%, valido fino alla fine del 2023, che scenderà al 70% per le spese sostenute nel 2024 e al 65% per le spese sostenute nel 2025. Sono compresi gli interventi effettuati da persone fisiche su singole unità immobiliari all’interno dello stesso condominio o edificio e quelli su edifici oggetto di demolizione e ricostruzione.

Agevolato anche l’acquisto di immobili in zone a rischio sismico, per il quale si avrà diritto al bonus 110, sotto forma di sismabonus, per l’adeguamento antisismico degli immobili. Tale acquisto deve essere stipulato entro il 30 giugno 2022 e gli interventi dovranno prevedere un tetto massimo di 96 mila euro. L’efficientamento energetico è incentivato anche dal Bonus idrico, un bonus fino a mille euro, versati direttamente sul conto del richiedente, per la ristrutturazione dei bagni, con la sostituzione di sanitari e rubinetti che prevedano una riduzione del flusso dell’acqua.

Possibilità di una detrazione Irpef del 50% anche per chi acquista mobili e grandi elettrodomestici destinati a immobili oggetto di ristrutturazione, con un tetto massimo di acquisto di 10 mila euro. Detrazione del 50% anche per chi intende sostituire gli infissi di casa per una migliore resa energetica dell’abitazione con un tetto di spesa di 60 mila euro. La detrazione potrà essere ottenuta come diminuzione delle tasse oppure tramite sconto in fattura.

Rientra fra i bonus per l’efficientamento energetico anche quello per l’acquisto e il montaggio di tende da sole. Anche in questo caso la detrazione è pari al 50% con tetto massimo di 60 mila euro. L’agevolazione può essere applicato come sconto in fattura o detrazione dalle tasse in 10 rate di uguale importo.

Sale al 75% tramite il bonus ascensori la detrazione per le spese sostenute per la rimozione di barriere architettoniche. Tale bonus sarà utilizzabile sia per l’installazione di ascensori e montacarichi, sia per lo smaltimento di vecchi impianti già esistenti. Il credito ottenuto sarà utilizzabile in 5 rate per la diminuzione delle tasse e il tetto di spesa varia a seconda della classe di immobile.

Attraverso il bonus caldaia sarà possibile sostituire l’impianto di riscaldamento della casa. 110% di bonus se la sostituzione avviene in fase di ristrutturazione dell’immobile, del 65% se il vecchio impianto viene sostituito da uno di classe A o superiore, 50% per le caldaie di classe A prive di valvole. Anche per l’acquisto o la sostituzione di condizionatori a pompa di calore, ottenendo un efficientamento energetico, con detrazioni del 50% o del 65% in tasse o sconto in fattura.

Bonus anche per la sistemazione del verde di casa, pari al 36% delle spese sostenute, fino a un massimo di 5 mila euro, valido per gli interventi terrazze, giardini, balconi, fioriere, recinzioni e altro, ma non per interventi di manutenzione ordinaria.

Bonus per le famiglie.

Nuclei familiari con Isee bassi (circa 8 mila euro o 20 mila in presenza di 4 o più figli) hanno diritto al bonus sociale, che prevede uno sconto applicato direttamente sulla bolletta di luce e gas. Bonus anche per i giovani tra i 20 e i 31 anni che decidono di andare a vivere da soli. Tale Bonus prevede agevolazioni pari al 20% delle spese annue sostenute, per un massimo di 2 mila euro.

Interessanti agevolazioni anche per gli under 36 che intendono acquistare una casa: esenzione dall’imposta di registro e catastale e il riconoscimento di un credito di imposta per un importo pari all’iva versata. Rinnovato anche il bonus docenti, 500 euro per l’acquisto di materiale informatico, libri, cinema, musei e corsi, verrà azzerato il bonus ricevuto nel 2021, se non speso. Le famiglie con figli di età inferiore a 21 anni possono richiedere all’Inps l’assegno unico messo a disposizione dal governo: 175 euro mensili fino ai 15 mila euro di Isee, variabile dai 175 ai 51 per Isee tra 15 mila e 40 mila euro, 50 euro mensili sopra i 40 mila euro con eventuali maggiorazioni per numero di figli.

Il bonus nido potrà coprire parte delle spese affrontate dalle famiglie a basso reddito per il pagamento della retta mensile. Si rinnova per il sesto anno consecutivo anche il bonus cultura, 500 euro per ogni diciottenne da spendere in concerti, teatri, musei e libri in negozi fisici e digitali. Arriverà a breve anche il bonus studenti, per agevolare l’acquisto di libri e altro materiale didattico. Bonus anche per l’organizzazione di matrimonio, sia per le imprese sia per le coppie, non esiste al momento un bonus nazionale, ma quasi tutte le regioni ne hanno approvato di propri.

Bonus sui trasporti.

Dopo la reintroduzione dell’iva sul costo delle scuole guide, il governo ha stanziato, con il DL Infrastrutture fondi per un bonus che copra il 50% del costo per la patente per i giovani fino ai 35 anni percettori di Reddito di cittadinanza. Il richiedente dovrà però dimostrare di voler lavorare nel settore dei trasporti, presentando un contratto da conducente di almeno 6 mesi.

Dal Mise arriva il bonus per l’acquisto di un’auto elettrica fino a 5 mila euro o ibrida (4 mila euro), in modo simile è erogato il contributo per l’acquisto di scooter elettrici con una quota del 40% su un massimo di 4 mila euro. Sui veicoli anche un bonus veicoli sicuri, per uno sconto di poco meno di 10 euro sulle revisioni effettuate.

Il governo ha previsto anche bonus per l’acquisto di nuovi televisori e decoder, adeguati alle nuove tecnologie trasmissione digitale. Sempre sul fronte delle nuove tecnologie, è stato approvato un bonus di 300 euro per nuovi contratti di internet veloce, per facilitare e velocizzare il passaggio al digitale di famiglie e imprese.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura