La Sardares si aggiudica il premio internazionale di Confindustria Ceramica

L’azienda di Arzachena premiata a Confindustria Ceramica 2019.

Sardares trionfa a Confindustria Ceramica 2019. L’azienda di Arzachena è la prima in Sardegna ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento internazionale. “Il premio gratifica il lavoro della nostra famiglia, dei collaboratori e la forza e l’intuito di un territorio propulsivo e mai domo”, ha detto ieri a Bologna Tino Demuro, amministratore delegato di Sardares spa.

Sardares è la prima azienda sarda a vincere l’ambito premio di Confindustria ceramiche. Un’azienda forte, dinamica e innovativa. Nata e maturata nel cuore della Gallura. Leader conclamata di un settore che oltre Tirreno non aveva mai ottenuto uno dei principali riconoscimenti, il Confindustria ceramica distributor award. Ieri, a Bologna, Tino Demuro, ha ricevuto dai vertici di Confindustria il riconoscimento nell’ambito della Serata Cersaie 2019. La cerimonia, svoltasi alla presenza delle massime cariche istituzionali, imprenditoriali e amministrative nazionali, ha avuto per scenario Palazzo Re Enzo a Bologna. La manifestazione fa capo al Salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredo

Il management Sardares riceve il plauso e il premio di una giuria qualificata che tiene conto, tra gli altri aspetti, dei risultati ottenuti nel promuovere le piastrelle italiane all’estero. Per la ventiquattresima edizione dell’evento sono state prese in esame le performances aziendali e le esportazioni, oltre a quelle movimentate in ambito nazionale, verso Germania, Francia, Scandinavia. L’azienda della famiglia Demuro ha colto la prima posizione, oltre che per le segnalazioni giunte dai paesi importatori, anche per aver maturato credenziali di alto profilo quali investimenti, promozione delle ceramiche italiane, competenza, professionalità e anzianità di servizio.

“La soddisfazione incommensurabile che tutti noi proviamo per aver vinto questo prestigioso riconoscimento, sono la ricompensa al lavoro iniziato il secolo scorso dalla nostra famiglia. Io e i miei fratelli – ha detto con un filo di commozione Demuro – siamo riconoscenti e portiamo un grande rispetto al modello di sviluppo che è maturato nei decenni in casa nostra. Uno sviluppo innovativo, rispettoso dell’ambiente del territorio, teso a consolidare le peculiarità operative e strutturali della Gallura e a dare risalto alla caparbietà, al coraggio e alle intuizioni che sono indispensabili nel nostro lavoro”.

Applausi e strette di mano hanno fatto da immediata cornice alle parole dell’imprenditore gallurese. “Siamo particolarmente orgogliosi nel ringraziarvi per averci dato un riconoscimento che ripaga fatiche, investimenti e sacrifici compiuti in una regione bellissima ma spesso trascurata. Il premio è per noi stimolo e motivazione a proseguire su questa strada. La Sardegna, la Gallura, Arzachena e i suoi figli vi ringraziano di cuore”, ha concluso Demuro.

(Visited 1.922 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!