Cambio al vertice della capitaneria di Golfo Aranci: arriva Francesco D’Esposito

Due anni intensi per il comandante Angelo Filosa.

Si è tenuta questa mattina nella cornice portuale di Golfo Aranci il passaggio di consegna tra il comandante Angelo Filosa ed il nuovo comandante Francesco D’Esposito.

La cerimonia, si è svolta alla presenza del capo del Compartimento Marittimo di Olbia, ed è stata riservata al solo personale militare a causa dell’attuale stato emergenziale legato al coronavirus. Il comandante Filosa lascia il comando dopo due anni di intensa attività presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci, una esperienza che lo ha segnato profondamente, umanamente e professionalmente e proseguirà la propria carriera presso l’Accademia Navale di Livorno, destinato alla formazione dei cadetti e dei giovani Ufficiali della Marina Militare e delle Capitanerie di Porto.

Durante il discorso il Comandante Filosa ha voluto ringraziare il proprio personale, le autorità locali e tutta la cittadinanza per l’ottima collaborazione e le tante attività svolte insieme. Un comando improntato alla tutela dell’ambiente con contrasto agli scarichi illeciti e contrasto alla gestione illecita dei rifiuti, alla tutela delle risorse naturali, al contrasto del fenomeno della pesca abusiva.

Molta attenzione è stata dedicata alla verifica del corretto utilizzo del demanio marittimo perseguendo le occupazioni abusive, le innovazioni non autorizzate, il contrasto alle attività illecite che danneggiano le meravigliose spiagge, i fondali e gli ambienti dunali della Sardegna. Altre attività di rilievo sono state il contrasto all’abbandono delle attrezzature balneari sulle spiaggia ed il controllo, unitamente alla security portuale, dei predatori dell’arena granitica della Sardegna. Particolare attenzione è stata posta nei confronti delle attività portuali per garantire la sicurezza del traffico passeggeri e dei mezzi, la corretta destinazione delle aree e delle attività all’interno del porto turistico-pescherecci di Golfo Aranci per garantire agli operatori del settore pesca i necessari spazi per lo svolgimento dell’impresa ittica.

Molto è stato fatto per il diporto nautico, con la verifica del segnalamento marittimo e l’aggiornamento degli strumenti normativi dei porti turistici, per unire il rispetto delle norme con le nuove esigenze dell’utenza. Inoltre, il Comandante Filosa lascia il comando con un obiettivo importante centrato legato all’aumento della sicurezza, infatti sono stati due anni senza nessun incidente nel porto di Golfo Aranci e nessun incidente nei prestigiosi porti turistici di Porto Cervo, Porto Rotondo, Portisco, Marana, Palumbalza e Baia Caddinas. E soprattutto, senza nessuna vita umana persa in mare, elemento che posiziona la costa nord-orientale della Sardegna tra i litorali più sicuri. I controlli per la sicurezza della balneazione hanno funzionato, anche grazie alla severità adottata nei confronti dei concessionari e degli assistenti bagnanti che hanno collaborato in modo pregevole a tale successo.

Subentra il comandante D’Esposito, di origine Sorrentina. Classe 1983, dopo aver conseguito la maturità scientifica, dal marzo 2003 al marzo 2004 è stato Ufficiale di complemento della Marina Militare, con incarichi a bardo di Nave Lerici, unità cacciamine della Marina Militare, come Ufficiale di rotta/Capo Componente Telecomunicazioni, Condotta nave e Meteo. Dal dicembre 2004 al settembre 2006 con il grado di Guardiamarina in Ferma Prefissata, viene destinato alla Compagnia Servizi Onori Capitale a Roma, dove svolge diversa attività di rappresentanza.

Dal 2006 al 2011, segue il Corso Normale all’Accademia Navale di Livorno, conseguendo con l’Università di Pisa la laurea specialistica in “Scienze del Governo e dell’Amministrazione del Mare”. Negli anni successivi alla formazione accademica consegue la specializzazione di “Port State Control Officer”, “Duly Authorized Officer”, “International Safety Management Auditor” e “Istruttore Certificato in materia di Maritime Security”.Nel 2016 ottiene la qualifica di Ispettore ai sensi della “Convenzione Internazionale sul lavoro Marittimo”.

Dal febbraio 2012 al giugno 2018 ha prestato servizio presso la Capitaneria di porto di Palermo, in qualità di Ufficiale addetto alla Sezione Sicurezza della Navigazione ed addetto al nucleo P.S.C., dal gennaio 2016, anche come Capo Sezione Armamento e Spedizioni. Durante l’attività presso Palermo ha partecipato a diverse attività di soccorso connesse ai flussi migratori. Dal giugno 2018 ad agosto 2020 ha prestato servizio presso la Capitaneria di Porto di Napoli, in qualità di Ufficiale addetto alla sezione Sicurezza della Navigazione ed addetto al nucleo P.S.C.

(Visited 310 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!